Emiliano, Santorsola e Bottaro: «I lotti 1, 2 e 3 della discarica di Trani non riapriranno mai»

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 18 ottobre 2016

Emiliano, Santorsola e Bottaro: «I lotti 1, 2 e 3 della discarica di Trani non riapriranno mai»

Nota congiunta di governatore, assessore regionale all’ambiente e sindaco. Le conseguenze per Bisceglie

I lotti 1, 2 e 3 della discarica di Trani saranno sottoposti a chiusura permanente. Lo hanno chiarito congiuntamente il presidente della regione Puglia Michele Emiliano, l’assessore regionale all’ambiente Mimmo Santorsola e il sindaco di Trani Amedeo Bottaro.

L’autorizzazione integrata ambientale rilasciata dalla regione Puglia non prevede in alcun modo la riapertura. I due enti intendono «procedere in maniera condivisa, nell’ambito delle proprie prerogative e competenze».

L’ordinanza emessa nei giorni scorsi dal primo cittadino Bottaro ha consentito l’avvio dei primi lavori di messa in sicurezza: «La regione conferma la assoluta disponibilità a supportare il comune nell’individuazione del definitivo percorso tecnico amministrativo congiunto, al fine di accelerare l’esecuzione dei lavori, gestire efficacemente la fase di post gestione della discarica ed i diversi cantieri che dovranno avere una tempistica idonea ad una conclusione più rapida possibile».

La gestione della struttura è di fatto commissariata dalla regione. L’assessore comunale all’ambiente Michele Di Gregorio, replicando alle voci di una possibile riapertura di alcuni lotti, ha affermato: «Dopo la bonifica potrebbe capitare qualsiasi altra cosa». Gli effetti dell’indisponibilità della discarica di Trani continueranno a influire negativamente sulla situazione patrimoniale dei comuni limitrofi, costretti a spendere somme più elevate per i conferimenti, a cominciare da Bisceglie.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 18 ottobre 2016