ELEZIONI EUROPEE: IL FILOLOGO LUCIANO CANFORA ATTACCA IL MOVIMENTO 5 STELLE

Opinioni / Politica // Scritto da Mimi Capurso // 23 maggio 2014

ELEZIONI EUROPEE: IL FILOLOGO LUCIANO CANFORA ATTACCA IL MOVIMENTO 5 STELLE


Il filologo Luciano Canfora attacca il Movimento 5 stelle

Il filologo Luciano Canfora attacca il Movimento 5 stelle

Il professor Luciano Canfora, raffinato filologo, grecista, storico e saggista, interviene con un suo parere a smontare il Movimento 5 Stelle, che potrebbe essere, a questo giro di elezioni, anche il partito più votato. E’ considerato un “profondo conoscitore della cultura classica”. L’illustre filologo, per queste europee, vota, sostiene, suggerisce “L’Altra Europa per Tsipras”. Abbiamo ascoltato il suo parere:

«Staccate la spina a Grillo, basta. Lo dico ai grandi giornali, perché con la rete è un’altra storia. Non trasformiamo allora perfino il militante grillino di Zagarolo che brucia un libro manco fosse Goebbels in un simbolo, in un caso. Un povero ignorante, stop, lasciamolo al suo destino. Lui e tutto il suo movimento. Non capisco quale demone si sia impadronito dei giornali che, ogni giorno, dedicano pagine su pagine alle imprese di Grillo.

Un gentile omaggio alle sue buffonate, una cassa di risonanza enorme che gli ha regalato una centralità che non ha sulla scena politica. Lui lo sa, e la sfrutta alla grande. La spara sempre più grossa, vedi l’occupazione alla Camera e gli insulti alla Boldrini. L’informazione si butta a pesce e amplifica. Gli emulatori si moltiplicano. Un circolo vizioso da spezzare.

I grillini sono anti-sistema, anti-parlamento, sono arrivati alle Camere con l’obiettivo dichiarato di portare dentro le istituzioni la voce di chi non ha voce. Vengono accostati al movimento dell’Uomo qualunque di Giannini, ma somigliano più al movimento del francese Poujade o ai republikaner tedeschi degli anni Settanta che non volevano essere assimilati ai neonazisti ma avevano l’obiettivo di abbattere la democrazia parlamentare. Ma l’essere una forza antisistema non vuol dire certo essere una forza politica.

Il M5S è un gruppo totalmente privo di cultura politica. Un gruppo di ignoranti. Non è una colpa morale ma certo è un grave difetto. Doloroso dirlo, perché lo hanno votato milioni di italiani, ma è così. Comunque vedo che all’interno dei grillini c’è anche chi ha preso le distanze da questi episodi. Lasciamo che le sbrighino fra di loro, sono spaccati, e non amplifichiamo il gesto di qualche imbecille. La lotta politica si è fatta oggi più violenta rispetto al passato. Credo che rispetto ai drammi sociali che il paese sta vivendo, il nostro è un popolo esemplare. Perché se no avrebbe dovuto fare come in Grecia, alzare le barricate».




Opinioni / Politica // Scritto da Mimi Capurso // 23 maggio 2014