Due neonati morti. Il reparto ginecologia di Bisceglie rischia anche la chiusura: troppi pochi parti

Attualità / Cronaca // Scritto da Serena Ferrara // 31 agosto 2014

Due neonati morti. Il reparto ginecologia di Bisceglie rischia anche la chiusura: troppi pochi parti


Uno dei due bebé sarebbe nato sano, ma con problemi respiratori che qualcuno sospetta derivino dall’ingestione di liquido amniotico. L’altro sarebbe arrivato in ospedale già morto, nel pancione ancora gravido della madre.

Sono due i casi su cui si sta indagando nel reparto Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale Vittorio Emanuele II di Bisceglie. Entrambi accaduti negli ultimi giorni di agosto.

Sul primo caso, la famiglia ha già minacciato ricorsi legali, perché il bimbo, nato da parto cesareo andato a buon termine, sarebbe deceduto dopo un primo trasferimento nel reparto Pediatria di Bisceglie ed un secondo spostamento nel reparto Pediatria della Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. E’ dal nosocomio dedicato a Padre Pio che la famiglia del bimbo avrebbe ricevuto la notizia: il piccolo, giunto in ospedale in condizioni estreme, non avrebbe risposto alla terapia intensiva.

L’altro è un caso di mef, morte endouterina fetale, causato dall’annodamento del cordone ombelicale (“nodo vero”).

Sotto l’occhio del mirino, il reparto Ginecologia e Ostetricia del Vittorio Emanuele rischia anche la chiusura: i parti, in diminuzione rispetto ad un 2013 già traballante (70-80 in meno, secondo i dati attuali), potrebbero non raggiungere la quota di 800, minimo previsto dalla Regione Puglia per il mantenimento.

Il protrarsi dei lavori di ristrutturazione della sala operatoria di chirurgia, avrebbe provocato il trasferimento di tutti gli interventi nella sala parto. Pertanto il reparto di ginecologia usufruirebbe della propria sala solo per le urgenze. In affanno anche il personale del reparto, causa un mix di fattori (tra cui ferie e malattie di medici e dipendenti) che avrebbe portato il personale a sottoporsi a turni eccessivamente stressanti.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità / Cronaca // Scritto da Serena Ferrara // 31 agosto 2014