Due biscegliesi tra i premiati al concorso nazionale Rotary “Etica e legalità”

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 13 marzo 2016

Due biscegliesi tra i premiati al concorso nazionale Rotary “Etica e legalità”

Andrea Papagni ed Elena Cosmai premiati a Roma il 18 marzo

Ben due gli studenti biscegliesi che il Distretto 2080 (Roma, Lazio, Sardegna) del Rotary club premierà il prossimo 18 marzo a Roma,  a conclusione del concorso nazionale Legalità ed Etica, quest’anno dedicato alla tematica “bullismo e del cyberbullismo”. Un ulteriore successo che il Rotary Club Bisceglie porta a casa, dopo aver patrocinato, come negli anni passati, gli istituti cittadini che hanno voluto aderire all’iniziativa. Il concorso, aperto a scuole medie,  superiori, studenti universitari e neo laureati, intende favorire nei giovani lo sviluppo di una coscienza etica, consapevole e coerente con i principi della legalità, analizzando di anno in anno fenomeni su cui la scuola ha raramente il tempo di soffermarsi. Tema dell’anno, quello del bullismo e del cyberbullismo, su cui i ragazzi di tutta Italia sono stati invitati a confrontarsi, analizzando il fenomeno e ponendo soluzioni attraverso fotografie, manifesti, saggi, cortometraggi.

A rappresentare Bisceglie, ci sono Adriano Papagni  studente della 1^B del liceo “da Vinci” che ha partecipato con un manifesto, aggiudicandosi il secondo gradino del podio e la piccola Elena Cosmai (foto), alunna della 1^E della scuola media Battisti-Ferraris che ha meritato una menzione speciale per un tema sul  grave fenomeno sociale.

Il 18 Marzo un’intera giornata dedicata alla legalità ed alla cultura dell’etica accoglierà i due giovani talenti biscegliesi ritireranno i premi, accompagnati dalle rotariane Tatiana Dell’Olio e Luciana Ferrante.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 13 marzo 2016