Dopo Bisceglie anche Trani in campo per la prevenzione del tumore alla mammella

Attualità // Scritto da La Redazione // 12 novembre 2015

Dopo Bisceglie anche Trani in campo per la prevenzione del tumore alla mammella


Successo per la campagna Nastro Rosa 2015

Si tratta di un’iniziativa finalizzata alla prevenzione e alla diagnosi precoce del tumore alla mammella promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e Patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute.
Si è tenuto a Trani presso la Sala Conferenze di Palazzo San Giorgio in data lunedì 9 novembre con il supporto della ASL locale il forum “La Donna al Centro – Prevenire è vivere”: questo lo slogan della campagna che ha come testimonial d’eccezione la cantante Anna Tatangelo.
Nel corso dell’incontro di lunedì scorso sono stati affrontati diversi temi legati alla prevenzione del tumore alla mammella: si è parlato di autopalpazione del seno, di comportamenti corretti da mettere in pratica, di alimentazione adeguata. Alla presenza di esponenti del mondo medico-scientifico, di dirigenti e rappresentanti della politica locale (c’erano tra gli altri il sindaco di Trani Amedeo Bottaro, il presidente della Provincia BAT Francesco Spina e il Direttore Generale della Asl BAT Ottavio Narracci) si è tentato di veicolare il messaggio della campagna della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, ovvero una maggiore prevenzione da parte delle donne.
Il tumore al seno è una malattia potenzialmente grave se non è diagnosticata e curata per tempo. La diagnosi avviene tramite mammografia o ecografia mammaria. E il modo migliore per fronteggiare questo male è proprio la diagnosi precoce.
Il tumore alla mammella ha oggi una percentuale piuttosto alta di sopravvivenza rispetto ad altri tipi di carcinomi, ma può lasciare conseguenze di un certo peso. Come per altri tumori la ricerca scientifica è in continuo fermento nella ricerca di cure alternative efficaci; nella sfida conto il male del secolo ha ad esempio un posto di riguardo il potenziale impatto della cannabis. I farmaci che si ottengono da piante sviluppate coltivando i migliori tipi di semi di canapa sono da alcuni anni al centro dell’attenzione della comunità scientifica per valutare eventuali impatti benefici nel trattamento dei tumori.
Anche quest’ anno come ogni anno in occasione della campagna “Nastro Rosa 2015”  promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori alcuni dei monumenti delle principali città italiane si sono vestiti idealmente di rosa, colore da sempre abbinato alle donne, in segno di supporto all’iniziativa.
E in questo contesto anche la città di Trani, come detto, ha voluto partecipare ospitando il forum organizzato dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) per informare sui potenziali benefici di una corretta prevenzione.




Attualità // Scritto da La Redazione // 12 novembre 2015