DONNE DEMOCRATICHE: ISTITUITA LA CONFERENZA PERMANENTE

Politica // Scritto da Serena Ferrara // 31 luglio 2013

DONNE DEMOCRATICHE: ISTITUITA LA CONFERENZA PERMANENTE


donne democratiche 2

Sarà Carmela Antonino la portavoce della Conferenza Permanente delle Donne Democratiche della sezione del PD di Bisceglie, ufficialmente costituita il 30 luglio, alla presenza di Giuliana Damato (portavoce della conferenza provinciale) e del commissario  Michele della Croce.

Una ennesima conferma del fatto che nel partito, oltre allo sfascismo, esiste una volontà di fare squadra a partire dai fatti e non da quel “parlarsi addosso, che è conseguenza dei personalismi esasperati che animano questa sezione” ha commentato a fine riunione il commissario della Croce. “Sono certo, e lo dico per esperienza, che se una donna – ha aggiunto l’ex sindaco di Minervino Murge – fosse messa nelle condizioni di fare il coordinatore, la si smetterebbe anche con quell’atteggiamento per cui  anziché farci portavoci dei problemi della gente, tanto spesso funzioniamo da tritacarne:  c’è chi si eleva su un piedistallo e, unilateralmente, senza confrontarsi con gli altri, senza partecipare alle riunioni, propone soluzioni proprie perché sa e capisce tutto”. 

A presentare la bozza di regolamento per la costituzione della conferenza permanente, già approvata nelle città di Andria e Barletta, la portavoce della conferenza provinciale e consigliere comunale della città di Barletta Giuliana Damato, che ha illustrato gli otto punti del documento alle donne presenti all’incontro.

donne democratiche 1

La conferenza, ha spiegato, non solo è aperta anche alle non tesserate al PD, ma intende allargarsi a tutte quelle donne che vogliano mettere a disposizione della città le proprie esperienze di vita, i propri modelli culturali, le proprie visioni politiche, in un dialogo continuo con il territorio. Sarà luogo di elaborazione delle politiche di genere e proposte programmatiche inerenti i temi che spontaneamente appartengono alla sensibilità femminile: sociale, ambiente, integrazione. “Sarà il laboratorio politico – ha spiegato la Damato – in cui le donne, componente maggioritaria della società civile, potranno dimostrare di sapersi prendere cura della collettività, così come sanno prendersi cura della famiglia e delle associazioni, luogo in cui il PD possa ripartire a rilanciare il dialogo con la cittadinanza”. “Le classi politiche – ha quindi aggiunto la portavoce provinciale – vanno formate e non scelte sulla base del gradimento dei singoli soggetti candidati. Altrimenti continueremo ad avere istituzioni condotte da opinion leader, magistrati e grandi personaggi prestati alla politica, che coltivano la propria immagine e non quella del partito”.

La conferenza di circolo, che intende metter il valore della collegialità al centro delle attività, tornerà a riunirsi periodicamente, per statuto almeno quattro volte all’anno, per definire e programmare l’attività sul territorio.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Politica // Scritto da Serena Ferrara // 31 luglio 2013
  • Giovanni Melone

    Iniziativa lodevole. Brave! La presenza femminile qualificata,competente,attenta,equilibrata,è indispensabile sulla scena politica di una città come Bisceglie,che già negli scorsi anni ed ora nei prossimi anni sarà sotto il tallone del dispotismo dittatoriale assoluto del sindaco.Per cui ben vengano iniziatile come la vostra e di qualisiasi colore.Tanto il colore del sindaco è nero,e l’odore è da obitorio.