FOTO / Don Uva, due giornate di intense emozioni alla Parma Cup

Sport // Scritto da Donatella Todisco // 2 maggio 2015

FOTO / Don Uva, due giornate di intense emozioni alla Parma Cup


I Giovanissimi hanno conquistato il Premio Fair Play 

Prosegue con ottimi risultati il cammino della società calcistica Don Uva 1971 nella formazione dei suoi giovani tesserati.

Per il secondo anno consecutivo la società biscegliese, presieduta da  Silvestro Carbotti, ha partecipato alla Parma Cup, manifestazione calcistica rivolta alle categorie Allievi e Giovanissimi, tenutasi nella città emiliana i giorni 25 e 26 aprile. Il Don Uva si è presentato con la formazione dei Giovanissimi, formata da giocatori nati negli anni 2000 e 2001.

Sabato 25 aprile si è giocata la fase a gironi del torneo, in cui il team biancogiallo ha disputato quattro gare di 25 minuti, collezionando una vittoria, una sconfitta e due pareggi. Il mister Emanuele Troilo ha fatto giocare equamente i suoi ragazzi, effettuando un ampio turnover dando la possibilità a tutti di entrare in campo. Il tecnico biscegliese è stato supportato dalla collaborazione del presidente Silvestro Carbotti, della segretaria Federica Simone e del dirigente accompagnatore Michelangelo Brindicci.

Domenica mattina si è disputata la fase finale della competizione. I Giovanissimi del Parma FC hanno trionfato contro la Genovese Calcio con il risultato di 8-0. La formazione biscegliese ha vinto il Premio Fair Play, per essersi rivelata una delle squadre più corrette del torneo (una sola ammonizione all’attivo) e per aver donato il gagliardetto della società a tutte le squadre avversarie.

Staff tecnico biscegliese di ritorno

Staff tecnico biscegliese di ritorno

L’evento, organizzato dall Parma Football School, ha permesso ai giovani atleti biscegliesi di confrontarsi nella quotidianità con i loro coetanei provenienti da altre realtà. Esemplare è il racconto della madre di Julian Calegari, terzino destro dei Giovanissimi del Parma FC e autentico gioiello della nazionale italiana under 15.  La mattina il giovane atleta piacentino si sveglia alle 4:30 per studiare, in seguito si reca a scuola, da cui esce un ora prima rispetto agli altri studenti per raggiungere Parma e sostenere gli impegnativi allenamenti insieme ai compagni di squadra. La giornata di Julian termina alle ore 23:00, quando il promettente terzino torna a casa. La giornata-tipo di Julian dovrebbe essere un esempio per i giovani calciatori biscegliesi e da cui dovrebbero prendere spunto per impegnarsi in egual misura nello studio e nello sport.

Terminato il torneo le società partecipanti alla  Parma cup si sono recate presso lo stadio “Ennio Tardini” per la premiazione. Alle ore 14:oo c’è stata la rituale sfilata delle società calcistiche affiliate al Parma FC, che hanno percorso il perimetro del rettangolo di gioco accolte dalla splendida cornice di pubblico della tifoseria parmigiana, considerata una delle più corrette del campionato di serie A. Nella magica atmosfera dell’impianto sportivo ducale il Don Uva ha seguito la formazione dei Giovanissimi del Parma FC.

Il direttore tecnico della società gialloblù Antonello Preiti ha  rilasciato a Emanuele Troilo il Premio Fair Play, mentre il  capitano del Parma FC Alessandro Lucarelli ha consegnato gli attestati di partecipazione, le medaglie e il pallone autografato da Roberto Donadoni.Prima dell’incontro di calcio di serie A tra Parma-Palermo, Emanuele Troilo ha avuto la possibilità di accedere al buffet dell’area vip della tribuna dello stadio, dove ha potuto incontrare personalità famose. Dopo i ragazzi, accompanati dallo staff tecnico, hanno raggiunto la tribuna e hanno assistito al match di serie A, terminato con la vittoria del Parma con il risultato di 1-0.

«Siamo contenti – ha dichiarato Emanuele Troilo- di aver riconfermato la collaborazione tra Don uva e il Parma FC. Nella città emiliana ci sono persone molto cordiali e professonali. Di certo non meritano di vivere questa delicata situazione a causa di persone che in passato non hanno pensato al bene della squadra, ma hanno infangato il suo prestigio pensando solo ai loro vili e meschini interessi. Spero che il binomio Don Uva-Parma duri nel tempo. Sicuramente è un’esperienza da ripetere» ha concluso il tecnico biscegliese

Sabato 9 maggio è prevista la quarta e ultima visita del coach Parma Football School. Pierluigi Perrone sosterrà gli ultimi allenamenti di questa stagione coadiuvato dai tecnici dei gruppi della Scuola Calcio Don Uva. Al termine della seduta di allenamento ci sarà un incontro durante il quale verrà pianificato il futuro della collaborazione tra il Don Uva e il Parma Football School.

Le emozioni suscitate dalla Parma Cup sono ancora vive e intense. La società biscegliese è attiva  per organizzare la seconda trasferta ducale della stagione in occasione della Parma Friendly Cup, prevista il 23 e 24 maggio, che coinvolgerà le categorie Piccoli Amici, Pulcini ed Esordienti.

FOTOGALLERY




Sport // Scritto da Donatella Todisco // 2 maggio 2015