DIAZ-SANTOS CLUB 6-3 | Un altro derby amaro per i gialloblu, la Diaz rinnova le ambizioni in zona playoff

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 13 febbraio 2016

DIAZ-SANTOS CLUB 6-3 | Un altro derby amaro per i gialloblu, la Diaz rinnova le ambizioni in zona playoff

Prestazione negativa del Santos Club e la Diaz si rilancia nelle zone alte della classifica

Diaz-Santos Club 6-3

Diaz: Povia, Preziosa, Tortora, A.Cassanelli, Valente, Palermo, E.Cassanelli, Garofoli, G. Di Pinto, Albo, Ciannella, Ricchiuti. Allenatore: Maurizio Di Pinto (squalificato)
Santos Club:
Di Pilato, F.Uva, Pastore, De Gennaro, D’Elia, S.Di Benedetto, G.Di Benedetto, Gallo, D’Addato, Fusiello, I.Uva, Spadavecchia. Allenatore: Francesco Tritto (squalificato).
Arbitri:
Cascavilla (Molfetta), Matera (Molfetta)
Reti: 5° e 11° A. Cassanelli, 13° Tortora, 26° Gallo, 28° Palermo, 31° aut. Pastore, 37° Pastore, 54° Palermo, 57° D’Elia.
Ammoniti: Palermo, Povia, D’Elia, Fusiello, Garofoli.
Espulsi: Spadavecchia al 52°, Palermo al 63°.

Continua il “mal di trasferta” del Santos Club, sconfitto 6-3 al PalaDolmen nel derby con la Diaz.

La compagine allenata da Francesco Tritto, squalificato per l’occasione alla pari del suo collega Maurizio Di Pinto, non riesce a far meglio del 5-6 della sfida d’andata, restando nuovamente all’asciutto lontano dal centro sportivo Aurora (l’ultimo successo gialloblu in trasferta risale allo scorso 5 dicembre a Cisternino, domicilio del Locorotondo).

Indisponibili La Notte e Lamanuzzi, il team biscegliese può contare nuovamente su Fusiello e Francesco Uva: quest’ultimo formerà con Di Pilato, De Gennaro, Pastore e D’Elia il quintetto iniziale. La Diaz, priva dello squalificato Caggianelli, risponde con Povia, Preziosa, Tortora, Angelo Cassanelli e Valente.

La prima occasione del match è della Diaz al 4° con una conclusione di Preziosa deviata in out da un giocatore gialloblu: sul successivo corner, Valente serve Angelo Cassanelli che con un preciso colpo di tacco sorprende la difesa ospite e insacca il momentaneo 1-0.
Il Santos Club si scuote e insidia l’area della Diaz prima con un doppio pericoloso tentativo partito dal piede di De Gennaro, poi con D’Elia che, servito da Pastore sulla banda destra, costringe Povia ad un riflesso provvidenziale sulla linea di porta.

Al 9° la Diaz si spinge con un tentativo in contropiede di Angelo Cassanelli che trova però la pronta respinta di Di Pilato: dopo un giro di lancette l’ex Futsal Bisceglie sigla il bis, sfruttando un nuovo assist di Valente. Santos Club non brilla e viene punito eccessivamente da una cinica Diaz che, al quarto tentativo verso la porta gialloblu, si porta sul 3-0, stavolta firmato da Tortora che recupera palla dopo un’uscita di Di Pilato e non sbaglia a porta vuota.

Galantino, in panchina per ovviare l’asssenza di mister Tritto, chiama immediatamente il time-out per dare una scossa ai suoi: dopo aver effettuato alcuni cambi, al 17° il Santos Club colpisce l’incrocio dei pali con il tiro a botta sicura di Simone Di Benedetto dopo una respinta di Povia su Francesco Uva. Nei minuti successivi è la Diaz a chiamare il time-out e pareggia il conto dei legni con una conclusione di Palermo.

Dal 24° in poi il Santos Club si giocherà il tutto per tutto con il 5° di movimento (compito affidato prima a De Gennaro, poi D’Elia nel finale di primo tempo), scelta che ovviamente comporterà non pochi rischi in difesa. Così al 25°, approfittando della porta sguarnita, Garofoli colpisce la traversa, al quale risponde la folata offensiva di De Gennaro che da 5° di movimento colpisce un palo (decisiva la deviazione di Povia). Il team del team del presidente Sangilli (che perde Francesco Uva, il cui infortunio verrà approfondito nei prossimi giorni) vede premiarsi i suoi sforzi al 26°, quando Stefano Gallo controlla la sfera sulla zona destra dell’area di rigore e, dopo un bel gioco di gambe, beffa Povia, siglando la rete del 3-1. Rete numero 9 in stagione per l’ex Diaz, la numero 7 in Serie C1 con la maglia gialloblu.

Il 4-1 della Diaz siglato da Palermo al 28° scaturisce le proteste dei giocatori di mister Tritto: dopo il doppio tocco del 5° di movimento De Gennaro nella propria metà campo, i direttori di gara decidono di assegnare un presunto vantaggio anziché assegnare il calcio di punizione alla Diaz, come invece previsto da regolamento. Neanche l’onesta e apprezzabile ammissione di Palermo riesce a far cambiare idea ai direttori di gara e dunque si va sul momentaneo 4-1 che chiude la prima frazione.

Nella ripresa passano pochi secondi e la Diaz si porta sul 5-1 con una sfortunata autorete di Pastore. Il team locale sfiora la sesta rete con la traversa colpita da Angelo Cassanelli su assist di Tortora.
Al 36° arriva il 5-2 siglato da Agostino Pastore, abile a deviare in rete un diagonale del 5° di movimento De Gennaro. Nei minuti successivi il Santos Club sfiora la terza rete due volte con Pastore (sul secondo tentativo, il laterale gialloblu viene ostacolato da Povia che rimedia anche un misterioso cartellino giallo: una decisione contraddittoria e che lascia discutere visto che non è stata accompagnata dalla concessione del penalty).

Si assiste così al forcing del Santos Club che col 5° di movimento insidia l’area biancorossa e spreca con i tentativi di Pastore e Gianluca Di Benedetto. D’altro canto la Diaz non approfitta degli enormi spazi lasciati dalla manovra offensiva del Santos Club per chiudere definitivamente la pratica.

Al 52°, sul risultato di 5-2, il Santos Club resta in momentanea inferiorità numerica per il rosso diretto rimediato all’estremo Spadavecchia per un tocco di mani giudicato fuori area ma che sembrava essere al limite dell’area stessa. Inutili le proteste dei gialloblu, che incassano nei secondi successivi il diagonale di Palermo che vale il 6-2. La duo arbitrale di gara sbaglia ancora, stavolta non assegnando anche un penalty alla formazione avversaria per un atterramento del gialloblu D’Addato ai danni di un giocatore della Diaz, specchio di una direzione sicuramente non all’altezza della situazione.
Al 57° D’Elia sigla il definitivo 6-3 deviando in porta una conclusione di Gallo. Inutile il forcing finale gialloblu. Da segnalare al 63° l’ingenuo rosso rimediato da Palermo per doppia ammonizione, a gara ormai conclusa.

Santos Club che tuttavia deve fare mea culpa per la prestazione insufficiente. Tra una settimana ci vorrà tutt’altro atteggiamento con il Real Five Carovigno, sfida che vale una bella fetta per la permanenza nella categoria. Diaz invece che potrà guardare con maggior serenità alla sfida sull’ostico campo dell‘Olympique Ostuni.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 13 febbraio 2016