Diaz-Nettuno, stracittadina di Coppa all’ora di pranzo

Sport // Scritto da Vito Troilo // 4 settembre 2015

Diaz-Nettuno, stracittadina di Coppa all’ora di pranzo


Le due compagini biscegliesi si affronteranno alle 14:30 sul parquet del PalaDolmen

Sarà sicuramente ricordato per l’orario d’inizio inconsueto (14:30) il primo derby della stagione 2015-2016 fra Diaz e Nettuno. La stracittadina valida per l’andata del primo turno della fase regionale della Coppa Italia di Serie C1 si giocherà al PalaDolmen, domicilio del club biancorosso presieduto da Nicola Napoletano. Il confronto di ritorno è previsto sabato 12 settembre, all’aperto, sul sintetico del Centro Sportivo “Aurora”, casa del sodalizio caro al presidente Tonio Papagni.

I ripescaggi di Nettuno e Santos Club nella massima divisione regionale di calcio a 5 inevitabilmente arricchiranno lo spessore tecnico-organizzativo del futsal biscegliese. Gli addetti ai lavori confidano anche in un seguito maggiore nei confronti delle tre formazioni di C1. La Coppa Italia, da queste parti, ha sempre assunto una rilevanza tutt’altro che trascurabile: non è un caso che le Aquile Molfetta, nelle ultime due stagioni, abbiano vinto sia la fase regionale di C2 che quella della categoria superiore.

Sulle tavole in legno della struttura di via Ruvo si misureranno le legittime ambizioni di una Diaz notevolmente rafforzata dall’interscambio di giocatori col Futsal Bisceglie. Il tecnico Maurizio Di Pinto ha ponderato bene tutte le scelte e l’organico a sua disposizione è nettamente quello migliore fra le tre compagini cittadine. Gli innesti di Mauro Caggianelli, Cesare Pedone e Vincenzo Cassanelli su un telaio già di buon livello (dai portieri Vincenzo Povia e Roberto Di Bitonto ai laterali Gigi Palermo e Sergio De Cillis, dal centrale Cosimo Preziosa al pivot Maurizio Valente) inducono a immaginare la prospettiva di un campionato a ridosso delle formazioni di vertice.

Forza fisica e malizia non mancheranno certo al Nettuno, nuovamente affidata all’esperto Bartolo Sasso (nella foto) nella duplice veste di allenatore e giocatore. L’abitudine al campo degli estremi difensori Leo Gangai e Natale Sasso, dei centrali Mauro De Feudis e Gianni Ciannarella, dei laterali Michele Landriscina (inossidabile capitano del Nettuno), Michele Dell’Olio e Piero Lamanuzzi, dei pivot Cristian Ricchitelli, Luciano Goffredo ed Emanuele Arcieri sarà una risorsa preziosa anche in C1. La neopromossa ha attinto dal mercato assicurandosi le prestazioni dell’albanese Antonio Drapni, di Francesco Salerno e Sergio De Cillis (il più grande dei due cugini omonimi) in uscita dalla Diaz, di Mauro Di Clemente, Gaetano Colamaria e dell’under Pizzi.

Il match sarà diretto da Giovanni Cascavilla di Molfetta e Giovanni Di Ruvo di Barletta.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 4 settembre 2015