DETTAGLI / La Polizia Municipale spiega il funzionamento del’autovelox

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 22 giugno 2015

DETTAGLI / La Polizia Municipale spiega il funzionamento del’autovelox


«Le apparecchiature sono nuove e rispondono a tutte le norme di legge»

La Polizia Municipale chiarisce nel dettaglio le procedure del servizio di controllo per le violazioni dei limiti di velocità nel territorio comunale. In mattinata, Bisceglie in diretta ha pubblicato l’opinione degli esponenti dell’associazione Sportello dei diritti (link) in merito alla questione.

«Dalla data odierna, la Polizia Municipale di Bisceglie, nel rispetto delle indicazioni ricevute dalla Prefettura di Barletta-Andria-Trani e della sezione provinciale della Polizia Stradale, ha ripreso i servizi di controllo per le violazioni di eccesso di velocità (articolo 142 codice della strada) sulla Strada Statale 16 nel tratto che attraversa il territorio comunale.

Il servizio è effettuato da agenti di Polizia Municipale in divisa che posizionano l’autovettura istituzionale nella piazzola di sosta in modo da renderla ben visibile agli automobilisti. Durante le rilevazioni con l’autovelox sono azionati i lampeggiatori blu del veicolo di servizio oltre ad essere azionato anche l’indicatore luminoso che riporta la scritta “controllo della velocità”.

A circa 400 metri dalla postazione di controllo è posizionato preventivamente un cartello mobile di preavviso del controllo elettronico della velocità aggiuntivo rispetto ad ulteriori cartelli installati in modo fisso. Altro cartello mobile è posizionato nelle immediate adiacenze della postazione di controllo. Si rispettano in tal modo le indicazioni della “circolare Maroni” per cui i controlli di polizia stradale nei quali è utilizzato l’autovelox devono essere “ben visibili” dagli utenti della strada. Si evidenzia inoltre che sul tratto stradale ove si effettuano detti controlli è installata, nel rispetto delle distanze previste dalla normativa vigente, idonea segnaletica verticale che indica il limite di velocità di 90 km/h.

Il misuratore elettronico di velocità (autovelox), come previsto dalla recente sentenza della Corte Costituzionale n° 113 del 18.06.2015, oltre ad essere debitamente omologato dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con decreto prot. 103683 del 30.12.2010, risulta munito di certificato di taratura effettuato da centro accreditato TESI in data 17/02/2015 e con scadenza in data 17/02/2016.

L’autovelox utilizzato è nuovo di fabbrica ed è prodotto dalla ditta ELTRAFF. A breve, allorquando saranno inoltrati ai trasgressori i verbali delle violazioni rilevate, sarà possibile visionare sul portale web del comune di Bisceglie la fotografia del veicolo sanzionato inserendo apposite credenziali riportate sull’atto sanzionatorio. Sulla foto saranno riportati i seguenti dati: data e ora dell’infrazione, velocità rilevata, limite di tolleranza del 5% rispetto alla velocità massima consentita.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 22 giugno 2015