“Da grande voglio fare il senatore”

Opinioni // Scritto da Serena Ferrara // 31 luglio 2015

“Da grande voglio fare il senatore”


Pasquale Consiglio non tradisce gli appassionati di satira politica. Il ghiotto “Caso Azzolini”, con l’abbraccio in aula dopo che la commissione per le Immunità Parlamentari ha detto, con voto segreto, NO all’arresto, lo porta ad una riflessione, che più che al caso specifico, guarda in generale a chi, dalle aule di Palazzo Madama, fa il bello e il cattivo tempo dell’Italia.

Da grande

Da grande voglio fare il senatore
per potermi sedere in quel consesso
ove chi ruba con molto disonore
è salvato dall’arresto e dal processo.
Da grande non voglio andare a lavorare
ma sol parlare ogni dì e momento
e dire balle a chi vuole ascoltare
in un luogo chiamato Parlamento.
E se proprio devo faticare
vorrei amministrar la Provvidenza
purchè Divina, ove al posto del pregare
possa associarmi alla migliore delinquenza
E se un giudice osasse intervenire
a romper le uova nel paniere
la decisione gli farei inghiottire
come l’acqua bevuta in un bicchiere
Sarebbe un chiaro fatto conclamato
d’ingiustizia e d’errore di diritto
Per tutti sarei un perseguitato
da risarcire per assenza del delitto
Ma questo sogno si può solo realizzare
in un Paese delle meraviglie
ove chi comanda può imbrogliare
e i sudditi: … Non rompessero le biglie!

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Opinioni // Scritto da Serena Ferrara // 31 luglio 2015