“Cuore di Rondine”, il Comandante Alfa si racconta a Bisceglie il prossimo 16 gennaio

Attualità // Scritto da Elisabetta De Mango // 29 dicembre 2015

“Cuore di Rondine”, il Comandante Alfa si racconta a Bisceglie il prossimo 16 gennaio


Annullata la data del 28 novembre, a causa di impegni improrogabili del Comandante a seguito dei gravi eventi terroristici avvenuti a Parigi

È rinviato al 16 gennaio 2016, alle ore 18:00, presso il Teatro Garibaldi l’appuntamento tanto atteso con la presentazione del libro “Cuore di rondine” del Comandante Alfa, edito da Longanesi. Un appuntamento insolito, ma decisamente costruttivo.

“Cuore di rondine” è la storia, vera, del Comandante Alfa, uno dei fondatori del G.I.S.- Gruppo Intervento Speciale dell’Arma dei Carabinieri.

Siamo nel 1977 quando, a soli 26 anni, il carabiniere paracadutista che tutti chiamano il Cigno viene convocato nell’ufficio del suo colonnello che gli comunica che entrerà a far parte del nuovo reparto di élite, il G.I.S, una delle squadre d’azione più importanti dell’Arma. Viene ribattezzato, in questa nuova mansione, Comandante Alfa.

Nel libro, l’autore ripercorre la sua vita e le sue missioni segrete, come l’intervento nel carcere di Trani, dove i detenuti tenevano in ostaggio dieci agenti della polizia carceraria; la liberazione di Patrizia Tacchella, rapita a soli 8 anni nel 1990; l’attentato contro le forze italiane a Nassiriya nel 2003.

Al racconto autobiografico del carabiniere si affianca quello dell’uomo, del marito e del padre. Vengono sviscerate le difficoltà che incontra a conciliare vita privata e lavoro, con tutti i rischi che quest’ultimo comporta per cui ogni giorno potrebbe essere l’ultimo. Un comandante costretto ad indossare un mefisto nero, a rinunciare al piacere di stare accanto ai propri figli e alla propria moglie. Cos’altro potrebbe spingere un uomo a tanti sacrifici se non l’amore incondizionato per la libertà e la democrazia?!

Comandante Alfa

Comandante Alfa

«Ognuno è Cuore di Rondine – afferma l’autore- ogni volta che si ha il coraggio di guardarsi dentro, ogni volta che si allunga la mano verso i propri colleghi o compagni, e ogni volta che si lotta con onestà e determinazione, ogni volta che si parla e si vive con il cuore in mano».

Alfa è ovviamente uno pseudonimo per un uomo la cui identità è necessario, per motivi di sicurezza, che resti segreta. La cosa importante non è tanto conoscere il suo volto, quanto il suo operato. Nel testo, interamente  autobiografico, l’autore ha deciso di raccontare al pubblico la sua vita, non certo per smania di gloria, ma per condividere le sue esperienze e metterle a disposizione di tutti.

Alle sue spalle ha un curriculum militare impressionante: Medaglia Mauriziana al Merito di dieci lustri di carriera militare; Medaglia Afghana Loya Jirga consegnata dal presidente Hamid Karzai per l’Operazione Corona; Croce Commemorativa per l’Attività di soccorso internazionale in Iraq; Croce Commemorativa per il Mantenimento della pace in Afghanistan.

Ha ricevuto elogi militari per le sue varie missioni, tra cui: Kabul (Afghanistan); Missione IFOR e Missione SFOR Mostar (Bosnia Erzegovina); Missione Antica Babilonia Nassiriya (Iraq); Missione NTM – I Baghdad (Iraq); numerosi i suoi riconoscimenti istituzionali: Commendatore al Merito della Repubblica italiana; Cavaliere dell’ordine Militare d’Italia; Ufficiale Ordine Merito della Repubblica italiana; Cavaliere Ordine Merito della Repubblica italiana.

Di “Cuore di rondine” il giornalista e scrittore  Roberto Saviano scrive: «Vivo da dieci anni tra i carabinieri. Questo libro non ti spiega cosa sono il coraggio e la paura. Ti insegna ad accoglierli entrambi».

L’evento, patrocinato dal comune di Bisceglie, è gratuito ed aperto a tutti.




Attualità // Scritto da Elisabetta De Mango // 29 dicembre 2015