Consiglio comunale, passano riequilibrio di bilancio e Dup

Politica // Scritto da Vito Troilo // 29 luglio 2016

Consiglio comunale, passano riequilibrio di bilancio e Dup

Previste maggiori entrate per 1,4 milioni di euro sia nel 2017 che per il 2018. Rigante stronca Bisceglie Summer 2016

Due provvedimenti significativi all’ordine del giorno della massima assise cittadina giovedì 28 luglio. Tutti presenti i consiglieri comunali di maggioranza; sei gli assenti fra i banchi della minoranza (Angarano, Casella, Preziosa, Pedone hanno comunicato le loro indisponibilità per impegni improrogabili).

In apertura di seduta il presidente del consiglio Franco Napoletano è intervenuto per commemorare le vittime della tragedia ferroviaria di martedì 12 luglio, sottolineando l’esigenza di conoscere la verità su quanto accaduto. L’auditorium Santa Croce ha osservato un minuto di raccoglimento.

Il sindaco Francesco Spina ha sottolineato il significato della tappa biscegliese di Battiti Live 2016, in calendario mercoledì 17 agosto: «Si tratterà di una serata incentrata sulla pugliesità» ha affermato, anticipando alcuni contenuti della conferenza stampa che si terrà venerdì 29 luglio alle ore 9:45 presso il Castello Svevo.

Il primo punto ha riguardato la verifica e salvaguardia degli equilibri ed assestamento del bilancio 2016/2018. «Sono contento di poter far discutere in consiglio comunale un riequilibrio di bilancio che peraltro ha il parere favorevole del collegio dei revisori dei conti» ha dichiarato il sindaco Spina. «Le profezie di dissesti economici sono state smentite dall’ottenimento di risultati amministrativi».

Il dirigente dell’area economico-finanziaria Angelo Pedone ha precisato: «Questo provvedimento tiene conto di pochi mesi di gestione, considerando che il bilancio è stato approvato nel mese di maggio, ragione per cui l’impegno di spesa corrente è sbilanciato, a momento, rispetto al grado di accertamento delle entrate. Ripristineremo gli equilibri nelle prossime settimane per predisporre la chiusura di esercizio».

Roberta Rigante (Partito Democratico)

Roberta Rigante (Partito Democratico)

«La gestione del ciclo integrato dei rifiuti è un capitolo in aumento di circa 900 mila euro e abbiamo dovuto coprire alcune sfasature in relazione a debiti fuori bilancio per contenziosi e sentenze» ha sottolineato Pedone, illustrando una manovra di riassestamento finanziata da un avanzo di amministrazione di 560 mila euro e da maggiori entrate per oltre 1,5 milioni euro. La spesa corrente, in termini assoluti, crescerà di circa 1,2 milioni di euro. Previste maggiori entrate per 1,4 milioni di euro sia per il 2017 che per il 2018. Roberta Rigante, del Partito Democratico, ha chiesto ragguagli sulla natura delle maggiori entrate previste: il dirigente gli ha replicato che si tratta di stime.

«Questo non è un atto tecnico; lo ritengo un vero e proprio atto politico» ha detto Tonia Spina. «Il parere positivo del collegio dei revisori dei conti è giunto solo a seguito di una manovra correttiva effettuata dagli uffici. Non riesco a capire perché, malgrado il dirigente competente non lo abbia chiesto espressamente, sia stato inserito un aumento di circa 900 mila euro dei costi previsti per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti. Col nuovo contratto daremo 7 milioni di euro a Camassambiente e spenderemo oltre 4 milioni per lo smaltimento».

«Esenzione per imprese e artigiani delle zone colpita dal nubifragio per un periodo che intercorra fra i 24 e i 36 mesi» ha proposto Roberta Rigante. Il sindaco le ha replicato che sarebbe il caso di attendere qualche giorno perché l’auspicabile riconoscimento dello stato di calamità da parte del governo potrebbe superare gli effetti di un eventuale provvedimento comunale.

Capitolo rifiuti: «Se dovesse chiudere la Tersan, nei prossimi giorni l’umido dovrà essere conferito a Pordenone» ha risposto Spina. «Non è possibile, al momento, abbassare i costi del servizio, considerato che a causa della chiusura della discarica di Trani siamo costretti alla biostabilizzazione tra Foggia e Massafra» ha dichiarato il sindaco, rilanciando: «Dal prossimo 1° ottobre partirà il porta a porta su tutto il territorio comunale». Il primo punto all’ordine del giorno è stato approvato, dopo due ore di discussione, con 15 voti a favore, tre contrari e l’astensione del presidente Napoletano.

La seduta è proseguita con la trattazione del documento unico di programmazione, fondamentale per la strategia della comunità, Spina ha affermato: «La nostra visione della città è legata in modo diretto allo sviluppo culturale e allo sviluppo della promozione del territorio. L’adozione del Pruacs consentirà, in prospettiva, la realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport, case popolari e un’area mercatale. Il nostro centro storico è un esempio di polo museale diffuso e i nostri 9 km di costa sono puliti. Fra pochi giorni partirà la zona a traffico limitato. I lavori per la realizzazione della scuola nella zona 167 riprenderanno il prossimo 29 agosto a cura dell’impresa subentrante a quella inizialmente assegnataria che era fallita».

Perentorio l’intervento di Roberta Rigante riguardo l’organizzazione di Bisceglie Summer 2016: «Come vengono regolamentati i contributi e i patrocini alle associazioni? Con quale criterio sono scelti gli eventi da inserire nel programma dell’estate biscegliese? Definiamo città turistica una città nella quale il bando per l’affidamento delle spiagge libere non è stato ancora celebrato all’inizio di agosto» e in rimando ad alcune rimostranze di assessori e consiglieri comunali di maggioranza: «Forse quando voi intervenite io vi interrompo? Ah, già, voi non intervenite mai…» Un giudizio severo e di totale contrarietà alle politiche dell’amministrazione, senza alcuno sconto e nulla risparmiando a Spina e ai suoi assessori.

Tonia Spina ha ritenuto impossibile una discussione in profondità su un documento di 187 pagine inviato appena due giorni prima del consiglio comunale: una tempistica a norma di legge ma troppo ristretta per la portata e i contenuti della pianificazione.

Il punto è stato licenziato dall’assemblea con 13 voti favorevoli, due contrari e l’astensione di Napoletano.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 29 luglio 2016