Consiglio comunale, Casella: «Perché Spina vuole entrare nel PD? Perché vuol essere candidato al parlamento»

Politica // Scritto da Serena Ferrara // 26 febbraio 2016

Consiglio comunale, Casella: «Perché Spina vuole entrare nel PD? Perché vuol essere candidato al parlamento»

Il consigliere comunale DC stringe le spalle: «Questa storia ricorda tanto l’infame campagna elettorale del 2013»

La condanna alla scalata, da parte della maggioranza, del Partito Democratico, da parte del consigliere DC Gianni Casella non poteva essere che ferma.

Perché, nella sua mente, si parano i ricordi della violenta campagna elettorale per la amministrative che lo vide protagonista, nel 2013. E di cui si è tanto parlato, ma mai nei giusti termini. Fu una campagna, ha ricordato, all’ultimo sangue, in cui tutti utilizzarono ogni modo lecito e illecito per farsi propaganda, mantenere o recuperare i vantaggi acquisiti. Un incubo che il candidato non ha mancato di ricordare nella seduta del 25 febbraio, in cui si è scampato il pericolo di un notaio, solo perché non sono state accolte le richieste di adesione al PD.

«Questa vicenda ridicola, che sta toccando i valori e la dignità di tutti riporta la mente alla infame campagna elettorale del 2013. Ormai tutti sanno perché cadde l’amministrazione Spina II: il sindaco fu sfiduciato dai partiti di centrodestra che lo elessero, perché a gennaio 2013, all’approssimarsi della campagna elettorale per il rinnovo del Parlamento italiano, decise di passare alla lista Monti. Un passaggio non condiviso politicamente, seguito da una disastrosa campagna elettorale fatta di verità che dei trasformavano in bugie e di bugie che diventavano all’improvviso verità. Francesco Spina vinse quella campagna elettorale con i voti dei Napoletano e di quella parte del PD che non siede oggi in consiglio comunale. Oggi la storia si ripete con la scalata al Partito Democratico. Spina ha però dimenticato che successivamente è stato eletto alla provincia con i voti dei consiglieri del centrodestra. E ora gli chiedo: perché se lei è presidente di una provincia così virtuosa, sindaco di una città così felice , perché vuole entrare nel PD? Glielo dico io, anche se non se lo sono chiesto i 15 consiglieri comunali per cui lei non ha previsto nulla, nessun futuro: perché vuol essere il candidato al parlamento del Partito Democratico. Non si sta giocando oggi alcuna partita programmatica. È tutto chiaro sin dalle elezioni regionali, in cui ha candidato quattro tra i suoi migliori candidati, giocandosi la faccia come se trattasse di elezioni amministrative, svergognando politicamente la città, perchè ambiva a qualcosa».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Politica // Scritto da Serena Ferrara // 26 febbraio 2016