COMUNISTI ITALIANI ALL’ATTACCO: «CARO PD, LA VERITA’ TI FA MALE»

Politica // Scritto da Vito Troilo // 31 gennaio 2014

COMUNISTI ITALIANI ALL’ATTACCO: «CARO PD, LA VERITA’ TI FA MALE»


Il manifesto dei comunisti italiani

Il manifesto dei comunisti italiani

Il Partito dei comunisti italiani incalza il Partito Democratico e in secondo luogo anche Sel con un manifesto dai toni tutt’altro che concilianti.

Ce n’è per tutti, da Francesco Boccia a Bartolo Cozzoli, dalla segretaria cittadina Roberto Rigante agli esponenti del partito di Nichi Vendola.

«La segreteria del Partito Democratico di Bisceglie difende a spada tratta il clan Boccia-Cozzoli, di cui fa parte a pieno titolo.

Invece di stigmatizzare i fatti rilevati dai quotidiani nazionali che coinvolgono i coniugi Boccia-De Girolamo, costoro privilegiano il solito e volgare attacco personale al presidente del consiglio comunale.

Ancora subalterna la posizione di Sel, che, con nostro rammarico, sceglie di appiattirsi sul clan del PD, confermando scarsa autonomia politica (Vendola, al loro recente congresso nazionale, ha detto altro).

La reazione scomposta di una classe dirigente che si autodefinisce “nuova” e proclama il “cambiamento” a parole, dimostra che, ancora una volta, abbiamo colpito nel segno.

Il Pdci e Franco Napoletano, al quale va tutta la nostra solidarietà per gli attacchi e gli insulti ricevuti da alcuni esponenti del PD, sono i soli ad avere il coraggio di opporsi a un sistema politico e familiare che vorrebbe riportare Bisceglie negli anni più cupi del passato.

I cittadini vogliono una politica pulita, trasparente, che risolva i problemi gravi e reali del paese, non quelli personali di una classe dirigente che continua a pensare solo a se stessa.

Per questo motivo il PD deve dare delle risposte vere e non reticenti sulle questioni politiche che abbiamo sollevato.

Ritenete corretto che si elargiscano incarichi e consulenze agli “amici”, profumatamente retribuiti con soldi pubblici?

Ritenete corretto che non un manager, ma un uomo di partito e dirigente del PD, con requisiti tutti da verificare, venga nominato commissario straordinario della CDP?

Una condotta politica, la cui trasparenza appare fortemente messa in dubbio, impone il dovere di dare le dimissioni da ogni incarico pubblico ed istituzionale.

La ex ministra De Girolamo ha dovuto farlo: Boccia & company facciano altrettanto!»

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Politica // Scritto da Vito Troilo // 31 gennaio 2014