Cittadini a 5 Stelle: «Pug da rivedere, Bisceglie nel 2025 non avrà 75 mila abitanti»

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 26 ottobre 2016

Cittadini a 5 Stelle: «Pug da rivedere, Bisceglie nel 2025 non avrà 75 mila abitanti»

Gli attivisti contestano le previsioni di un piano regolatore a loro modo di vedere sovrastimato

Rivedere le previsioni demografiche. Il gruppo Cittadini a 5 Stelle in MoVimento non ha dubbi: le stime effettuate in sede di formulazione del Pug (il piano urbanistico generale) riguardo il numero dei residenti a Bisceglie nel 2025 sono eccessive. Gli attivisti lo hanno dedotto semplicemente analizzando l’andamento demografico storico della città negli ultimi 11 anni.

Il dato annuale dei residenti a Bisceglie dal 2006

Il dato annuale Istat dei residenti a Bisceglie dal 2005

Il Drag, documento regionale di assetto regionale raccomanda espressamente, agli estensori dei piani regolatori, di basarsi sulla statistica della popolazione residente per un periodo non superiore ai 10 anni. I dati Istat sono chiari: calcolando una dinamica demografica identica a quella del decennio precedente, Bisceglie al 31 dicembre 2025 dovrebbe contare 57278 abitanti. Un numero consistente ma notevolmente inferiore ai 75000 per i quali è stato tarato il vecchio Prg (piano regolatore generale) risalente al 1975…

Il gruppo Cittadini a 5 Stelle in MoVimento ha inoltre sottolineato che, a seguito dell’introduzione di altri piani, dal Peep per la zona 167 al Pru per il quartiere San Pietro, dal Pirp al Pruacs, le volumetrie attualmente autorizzate sul territorio biscegliese sono tali da soddisfare, secondo calcolo tabellare, il fabbisogno di oltre 83000 abitanti. Lo riporterebbe la stessa relazione generale allegata al Pug.

«Stando così le cose, è chiaro ed evidente che già oggi, il piano regolatore di Bisceglie è sovrastimato, rispetto al fabbisogno abitativo per i prossimi 10 anni, di 25.722 abitanti (83000 meno 57.278)» hanno fatto notare gli attivisti che chiedono la revisione totale delle previsioni urbanistiche, sulla base dell’esclusione di nuove zone di espansione residenziale, «perché la programmazione urbanistica vigente garantisce più che abbondantemente il soddisfacimento delle future esigenze abitative da qui a 10 anni». Un rilievo che non sarà unanimemente ben accolto in città…

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 26 ottobre 2016