Ciclocross, Ettore Loconsolo “cannibale” al Trofeo Tre Mari: otto gare, otto splendide vittorie

Sport // Scritto da Vito Troilo // 24 gennaio 2017

Ciclocross, Ettore Loconsolo “cannibale” al Trofeo Tre Mari: otto gare, otto splendide vittorie

L’alfiere della Scuola di Ciclismo Ludobike Racing Team ha compiuto un vero e proprio “Slam” dominando tutte le corse incluse nel calendario della manifestazione
Ettore Loconsolo in azione

Ettore Loconsolo in azione

Percorso netto: otto gare, otto vittorie. Ettore Loconsolo ha cannibalizzato il Trofeo Tre Mari di ciclocross nella categoria Esordienti primo anno, conquistato tutte le tappe della manifestazione itinerante che tocca le regioni dell’Italia centromeridionale bagnate dall’Adriatico, dallo Ionio e dal Tirreno.

Da Gallipoli a Viggiano, da Belvedere Marittima a Telese Terme, da Lecce a Matera, da Pezze di Greco a Castel San Giorgio, il portacolori della Scuola di Ciclismo Ludobike Racing Team non ha lasciato scampo ai pur agguerriti avversari, su tutti Alessandro Ricchiuti dell’Oriabikerun, staccato di ben 62 lunghezze nella classifica generale, dominata dal biscegliese a punteggio pieno (280).

Un vero e proprio “Slam” quello realizzato dal giovane ciclista biscegliese, quarto classificato ai campionati italiani disputati a Silvelle di Trebaseleghe e decimo nella gara di Coppa Italia a Fiuggi riservata alle rappresentative regionali.

Il bilancio della stagione crossistica di Ettore Loconsolo è senza dubbio molto positivo: i suoi risultati sono fra le rare soddisfazioni di un movimento ciclistico pugliese ancora troppo ripiegato su se stesso, relegato quasi all’oblìo da un’inefficace e anacronistica autoreferenzialità sul piano comunicativo, incapace di dare impulso a un serio reclutamento. Una crisi forse senza via d’uscita causata dall’ottusità di diverse società.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 24 gennaio 2017