Ciclismo, la Cavallaro chiude il circuito Mediterræ con il successo di Lamonarca e il secondo posto di Patruno

Sport // Scritto da Vito Troilo // 14 luglio 2014

Ciclismo, la Cavallaro chiude il circuito Mediterræ con il successo di Lamonarca e il secondo posto di Patruno


E’ terminato, non senza rimpianti da parte soprattutto dei ciclisti, sempre desiderosi di nuovi stimoli e sfide affascinanti, il circuito di mountain bike “Mediterræ Top Class”. Cinque appuntamenti (il primo a Bisceglie con la Neanderthal Cup il 27 aprile, il secondo a Siano, nel catanzarese, l’11 maggio, il terzo a Montescaglioso l’8 giugno, il quarto a Ottati, nel salernitano, il 29 giugno), uno per ciascuna delle regioni coinvolte (Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, Abruzzo) nella gara a squadre organizzata in sinergia fra i cinque comitati regionali della Federciclismo.

Dario Lamonarca della "Gaetano Cavallaro"

Dario Lamonarca della “Gaetano Cavallaro”

L’ultima tappa si è svolta in pieno Parco nazionale d’Abruzzo, a Barrea, in provincia de L’Aquila, domenica 13 luglio. La natura, ancora una volta, è stata protagonista incontrastata di una competizione che sul piano paesaggistico ha dato dimostrazione di quanto sia splendido il meridione d’Italia. Gli atleti si sono confrontati sulle rive del lago di Barrea, nel caratteristico centro storico della località teatina e su lunghe discese alternate a tratti di elevate difficoltà tecniche.

Il quarto posto nella gara di Barrea è valso a Dario Lamonarca il trionfo nella classifica generale Esordienti con 107 punti. Una grande soddisfazione per la Polisportiva “Gaetano Cavallaro” che ha piazzato sul gradino più basso del podio anche Mauro Preziosa, con 72 punti, alle spalle di Alessandro Verre della Loco Bikers.

Piazza d’onore finale per Mattia Patruno fra gli Allievi, superato da Raffaele Lavieri della Loco Biker nel computo complessivo (140 punti a 126). Il forte corridore biscegliese è giunto secondo anche nella corsa abruzzese, superato solo dall’atleta locale Paolo Fragassi. Sesto posto a Barrea e quinto assoluto nel Trofeo Mediterræ per Giuseppe Mastrototaro.

Mauro Piccolo della Polisportiva "Gaetano Cavallaro"

Mauro Piccolo della Polisportiva “Gaetano Cavallaro”

Mauro Piccolo fra gli Juniores è stato artefice di una buona prestazione (sesto a Barrea) e ha chiuso il circuito al quinto posto nella classifica di categoria, stesso risultato conseguito da Nicola Lamonarca fra gli Under 23 (anch’egli sesto in Abruzzo).

La Polisportiva “Gaetano Cavallaro” ha portato a casa anche due titoli nel settore femminile, con Krizia Ruggieri fra le Open e Alessandra Mastrototaro nella categoria Juniores.

«Non è stato facile affrontare gli oltre 3000km di strada per onorare il circuito, ma grazie a chi crede nell’impegno di questi ragazzi si è riusciti a portare a casa numerosi risultati che soddisfano certamente le energie investite» ha commentato Sabino Piccolo, responsabile tecnico della Polisportiva “Gaetano Cavallaro”.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 14 luglio 2014