Ci vuole orecchio | Valentina Sigrisi

Attualità / Ci vuole orecchio / Rubriche // Scritto da Giovanni Recchia // 10 marzo 2017

Ci vuole orecchio | Valentina Sigrisi

VIDEO | La cantante molfettese lancia il suo primo inedito intitolato “Mai più”
Ci vuole orecchio

Ci vuole orecchio


Sono Valentina Sigrisi, ho vent’anni e vengo da Molfetta. Ho da poco pubblicato e prodotto il mio primo inedito dal titolo “Mai più”, disponibile anche in videoclip musicale su Youtube. Questo primo brano è solo l’inizio di un grande progetto: fra non molto potrete ascoltare nuovi brani inediti a cui già stiamo lavorando. Il tema del brano è la voglia di combattere contro la guerra e ottenere pace, esaltata, nel videoclip, dalla presenza della squadra soft air Mistral Sat (Barletta) e dei ballerini della scuola di street dance Take your Time di Molfetta. 
A questo si oppongono scene di vita quotidiana che vengono poi interrotte proprio dalla “guerra”. 

Qual è la canzone che ti ha fatto innamorare della musica?
Non c’è una canzone in particolare che mi abbia fatta innamorare della musica, mi piacciono, infatti, numerosi generi, ma posso dire che da piccola ascoltavo molto le canzoni di Laura Pausini.

Quali sono stati gli artisti che hanno contribuito alla tua crescita musicale e artistica?
La prima volta che mi sono presentata in accademia di canto ho proprio portato una canzone di Laura; sono molto rimasta impressa dalla sua notevole estensione vocale.

Il tuo inedito intitolato “Mai più” tratta in modo chiaro e veritiero una tematica scottante come quella della guerra…
È passato molto tempo dall’entrata in accademia di canto (questo è già il mio quarto anno) e ho cominciato a produrre qualcosa di mio, di inedito. L’anticipazione di quello che sarà il mio progetto lo possiamo riscontrare in “Mai più”. Questo è il mio primo inedito musicale che vede anche l’inserimento del videoclip ufficiale sulle varie piattaforme social. Il tema che tratta è proprio quello del contrasto guerra-pace. Ho collaborato con il rapper molfettese Antonio Ciccolella per la realizzazione del brano.

Valentina Singrisi

Valentina Singrisi

Alla fine del videoclip compare questa frase: “La pace non è un sogno: può diventare realtà, ma per custodirla bisogna essere capaci di sognare. Sognare con la purezza d’animo dei bambini”. Ti preferisci nella versione interprete o cantautrice?
Le preferisco entrambe allo stesso modo. Sicuramente esprimere qualcosa di tuo è più difficile ma anche più emozionante e più sentito.

Camminare mano a mano ogni giorno con la musica significa riscoprire la sua essenza più nascosta? 
Bisogna sempre camminare con la musica, aggiornarsi, perché la musica apre dei varchi e porta a delle immagini che talvolta non si riescono a cogliere, la musica aiuta molto. ll canto riduce quella linea sottile che si forma tra il pubblico e l’interprete durante l’esecuzione di un brano… Sicuramente resta sempre un margine fra il cantante e il pubblico, che bisogna saper gestire in base alla proprie capacità evitando che diventi troppo largo, tanto da non riuscire a comunicare nulla sfociando nell’esecuzione meccanica della canzone.

Puoi darci delle piccole anticipazioni sui tuoi prossimi lavori?
Il mio intento è quello di realizzare un Ep, di almeno 5 brani, questa volta scritti da me, al contrario di “Mai più”.

VIDEO | Valentina Singrisi – Mai più




Attualità / Ci vuole orecchio / Rubriche // Scritto da Giovanni Recchia // 10 marzo 2017

Scarica l’app!

Trovaci su Facebook

Calendario Eventi a Bisceglie

agosto: 2017
L M M G V S D
« mag    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031