Ci vuole orecchio | Mr. Facciolla

Attualità / Ci vuole orecchio / Rubriche // Scritto da Giovanni Recchia // 15 novembre 2016

Ci vuole orecchio | Mr. Facciolla

Il rapper molese racconta le sue emozioni dopo il casting per X-Factor
Ci vuole orecchio

Ci vuole orecchio

Quando hai avuto il tuo primo incontro con la musica?
Nell’estate del 2015 ho realizzato il brano “Innamorato di una escort”. Dopo un lungo periodo in cui ho immagazzinato del materiale mi sono fatto coraggio e ho deciso di esternare in modo concreto la voglia di esprimermi. Questa è stata la prova della mia maturazione dal punto di vista artistico e caratteriale.

Il tuo carattere goliardico e irriverente ha catturato il pubblico durante l’esibizione per il provino di X-Factor. Tutti si sono chiesti: Danilo Facciolla ci è o ci fa?
Tutti coloro che hanno conosciuto Danilo Facciolla al di fuori dello schermo televisivo si sono ricreduti e non mi hanno etichettato come una persona stupida e superficiale. I meccanismi cinici e spietati della televisione impacchettano gli artisti come prodotti da rendere vendibili tralasciando il talento e le aspirazioni personali. L’intento era farmi conoscere attraverso la visibilità che questi format concedono.

Costruirsi un personaggio è stata la motivazione per far comprendere alle persone che dietro di te si nasconde molto di più di quello che si vede?
Il personaggio ha accentuato la parte più irriverente del mio carattere. Attraverso le parodie ho voluto regalare alle persone dei momenti di sana allegria facendo loro dimenticare per qualche ora i problemi della vita quotidiana.

“Innamorato di una escort” racconta l’aneddoto di una normale serata tra amici in cui uno di loro rimane estasiato da una ragazza dalle forme prorompenti…
Durante la mia vacanza-studio a Malta ho incontrato una ragazza decisamente esuberante e trasgressiva di cui il mio miglior amico si è follemente innamorato, apprendendo poco tempo dopo che in realtà era una escort. È nato così il motivetto che intono nel brano.

In termini di esposizione mediatica nell’undergorund possiamo paragonarti a Fabio Rovazzi?
Non ho mai amato fare paragoni perché ciascuno trasmette e comunica le emozioni a proprio modo. L’unicità è l’elemento che contraddistingue qualsiasi artista.

“Le mie chance” è un inno che incita a rialzarsi dopo ogni caduta… Quali sono le tue “chance” mancate?
In realtà quel brano ha rappresentato la parodia all’esibizione di X-Factor dove giocavo “le mie chance”, come affermo nella canzone. Attraverso questo inedito Mr. Facciolla ha voluto ridicolizzare il mancato superamento del casting e far capire alla gente che non bisogna fermarsi mai e lottare per i propri sogni. Il vero vincente è colui che sorride delle proprie cadute.

La leggerezza è il metodo migliore che dovremmo applicare per semplificare le nostre vite?
A mio parere è fondamentale vivere la vita con leggerezza e autoironia lasciandosi andare ogni tanto.

Nella canzone “Al centro della pista” trasmetti carica esplosiva alle nuove generazioni imbambolate dalle tecnologie digitali e prive di spirito d’intraprendenza….
Questo inedito esorta le persone che periodicamente rinviano i propri impegni a mettersi “Al centro della pista” e diventare protagonisti della propria vita.

Come è nata la collaborazione col produttore Stefano Romano?
Era da molto tempo che cercavo una persona che mi aiutasse ad esprimere la voglia irrefrenabile di fare musica. L’amicizia che ci lega va al di là della vita artistica.

È caratteristico della tua personalità trattare tematiche importanti con una vena decisamente ironica?
Affronto ogni ostacolo in maniera positiva non facendo trapelare il mio lato serio.

A questo punto manca soltanto l’amore o mi sbaglio?
L’amore lo sto lasciando volutamente da parte per ora e preferisco dedicare il mio tempo libero alla musica.

VIDEO | Mr. Facciolla feat Sara J – Le mie chance




Attualità / Ci vuole orecchio / Rubriche // Scritto da Giovanni Recchia // 15 novembre 2016