CHIUDE IL GIUDICE DI PACE, LO DECIDE IL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 4 ottobre 2011

CHIUDE IL GIUDICE DI PACE, LO DECIDE IL CONSIGLIO DEI MINISTRI


ufficio del giudice di pace di Bisceglie

Niente più giudice di pace. Anche l’ufficio di Bisceglie, con quelli di Andria, Barletta, Canosa di Puglia, Corato, Minervino Murge, Molfetta e Ruvo di Puglia saranno accorpati a Trani.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la soppressione degli Uffici del Giudice di Pace di otto comuni del norb barese ed il successivo accorpamento, degli affari e del personale, all’Ufficio del Giudice di Pace di Trani: il 50% del personale andrà a colmare le ataviche carenze organiche della Procura della Repubblica e del Tribunale, l’altro 50% andrà all’ufficio accorpante. Ai 32 dipendenti interessati non spetterà alcuna indennità di trasferimento e pertanto assisteranno “dal vivo” al taglio del proprio stipendio a causa delle spese di viaggio che dovranno sostenere.

La CGIL è infuriata e denuncia la fine del principio di “giustizia di prossimità”, anche perchè non si presta caso al la carenza di immobili da adibirsi ad uffici giudiziari di cui soffre Trani, anche alla luce del recente sequestro probatorio di cui è stato oggetto parte del Palazzo Gadaleta.

Già nel novembre 2011, la paventata chiusura dell’ufficio del giudice di pace di Bisceglie portò il sen. Francesco Amoruso  a presentare una interrogazione parlamentare rivolta al Ministro della Giustizia Nitto Francesco Palma, in cui si sottolineava l’estrema produttività dell’ufficio (nel 2010 circa 1.300 cause civili), il costo nullo per le casse dello Stato, in virtù di una convenzione sottoscritta con il Comune e l’inutilizzabilità dell’immobile, sottoposto a vincolo, per altri scopi. L’appello non ha evidentemente sortito l’effetto desiderato.

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 4 ottobre 2011