Cgil: «Una grande vertenza per il sud, scomparso dall’interesse nazionale»

Attualità // Scritto da La Redazione // 4 novembre 2015

Cgil: «Una grande vertenza per il sud, scomparso dall’interesse nazionale»


A Santa Croce la prima tappa provinciale dell’iniziativa “Al sud, lavoro”

Si è tenuta a Bisceglie, presso l’auditorium Santa Croce, la prima tappa provinciale dell’iniziativa di respiro regionale “Al sud, lavoro” organizzata nell’ambito della vertenza nazionale lanciata dalla Cgil dal titolo “Laboratorio Sud, idee per il Paese”.

Tema del focus le politiche sociali, con l’eloquente titolo-provocazione: “Il welfare è ancora un diritto?”.

Nicola Marongiu, coordinatore della contrattazione sociale per la Cgil nazionale ha affermato: «Il welfare è ancora un diritto anche se purtroppo a volte lo è solo in modo teorico perché ci scontriamo sempre con il problema dei finanziamenti e delle risorse e soprattutto con la questione di garantire l’universalità su tutto il territorio nazionale, siamo al sud e sappiamo che nel Mezzogiorno garantire il welfare, anche in ragione della crisi economica, sta diventando molto complicato. Per questo abbiamo deciso di avviare una grande vertenza per il sud perché il sud è scomparso dall’interesse nazionale.

Un momento dell'incontro

Un momento dell’incontro

Anche in quest’ultima Legge di Stabilità non vediamo nessun capitolo dedicato al Mezzogiorno, alcune cose si potevano fare subito: credito d’imposta e finanziamento selettivo in ricerca ed innovazione. Non è nelle corde del governo e non è considerata una priorità di politica nazionale, è questo il problema e su questo stiamo tentato di costruire un ragionamento necessario ad invertire la rotta».

In mattinata si era svolta, a Barletta,  l’intitolazione di una sala Cgil a Nicola Delvecchio, operaio dell’Italgas di Margherita di Savoia morto sul lavoro a 56 anni lo scorso 25 aprile.




Attualità // Scritto da La Redazione // 4 novembre 2015