Cdp, l’Unione Sindacale di Base denuncia:«L’incontro romano, ennesima delusione»

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 31 luglio 2015

Cdp, l’Unione Sindacale di Base denuncia:«L’incontro romano, ennesima delusione»


110 dipendenti in esubero che perderanno il posto di lavoro o saranno ridimensionati. E poi niente pagamento dell’indennità di malattia, niente diritto alla mensa per i dipendenti, niente permessi brevi.

.Questo è il verdetto dell’incontro romano (leggi qui), che lo scorso 27 luglio ha prospettato il futuro dei lavoratori della Casa Divina Provvidenza: per salvare i posti di lavoro, servono tagli. Ma l’Unione Sindacale di Base non ci sta.

Il coordinamento dei lavoratori della CDP Bisceglie – Foggia parla di «un film già visto», di una «ennesima delusione», di una «svendita ostentata come l’unica ancora di salvezza». Puntano il dito, in particolar modo contro il commissario straodinario.

«Avremmo sperato – spiegano – di sentire dal Commissario Cozzoli, che avrebbero cercato di risanare la casse del don Uva attraverso l’abolizione dei bonus economici di cui godono molti dipendenti e la declassazione di figura che godono di privilegi che non spettano loro. Ci saremmo aspettati la riduzione degli incarichi esterni, il taglio degli stipendi a manager e direttori, invece si parla solo di vendita, o meglio di svendita a privati più o meno accreditati. L’unico scopo di questa amministrazione è quello di monetizzare al più presto attraverso la vendita».

I dipendenti iscritti all’USB non sono meno critici nei confronti di Stato o Regione – «elargiscono denaro pubblico solo per risanare ai fini della vendita? Dov’erano in questi anni di sperperi e ladrocini?» – cui chiedono «non di mettere mano al portafogli per sanare qualche conto, ma di aprire un tavolo vero sul futuro della CDP. Che la Regione, come sta accadendo in Basilicata, chiarisca la propria volontà sull’Ortofrnico, anche impegnandosi in prima persona».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 31 luglio 2015