Cdp, le precisazioni della Universo Salute sull’accordo sindacale

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 6 febbraio 2017

Cdp, le precisazioni della Universo Salute  sull’accordo sindacale


La Universo Salute, la cordata di imprese foggiane impegnate nell’acquisto delle tre sedi della Casa Divina Provvidenza ci tiene a fare alcune precisazioni in merito alla bozza di accordo sindacale che ha fatto parlare tutte le sigle che rappresentano i lavoratori dell’opera don Uva. Alcuni sindacati avevano intravisto, dietro la cessione, lo spettro di 1500 licenziamenti, dandone comunicazione alla stampa attraverso più note e dichiarazioni, che il gruppo Universo Salute, per voce di Michele D’Alba e Paolo Telesforo, smentisce.

«Il recente proliferarsi di comunicati stampa e articoli di giornale – spiegano il presidente e l’amministratore delegato della società – ci impone di puntualizzare e precisare il reale contenuto della bozza di accordo sindacale da noi predisposta affinché ai lavoratori del Don Uva giungano le informazioni giuste e non viziate da interpretazioni falsate della realtà».

In sintesi gli imprenditori precisano che  l’accordo proposto da Universo Salute si basa essenzialmente su 3 punti:

1) Piena salvaguardia di tutti i lavoratori (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato) in carico alla CDP in A.S. al momento della cessione, con stesso contratto collettivo, stesse qualifiche, monte ore e mansioni preesistenti.

2) Mantenimento art.18 e applicazione della disciplina ante JOBS ACT in caso di rapporto ex novo con ogni lavoratore.

3) Non presa in carico di quegli elementi della retribuzione eccedenti quanto previsto dai contratti collettivi nazionali applicati.

Per tutto quanto non espressamente previsto si farà invece capo alla normativa specifica di settore

«Tutto quanto sopra premesso – conclude Universo Salute -, come già ribadito in innumerevoli occasioni in ogni contesto e tempo, pur augurandoci di addivenire alla conclusione della procedura con la firma dell’accordo da noi proposto da parte di tutte le sigle sindacali, se ciò non dovesse avvenire e all’ipotesi del fallimento subentrasse una via alternativa istituzionale che passi attraverso le Regioni di competenza, Universo Salute è disposta a fare un passo indietro nel primario interesse della tutela di tutti i lavoratori e della salvaguardia del Don Uva».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 6 febbraio 2017