Cdp, la protesta dei 26 addetti del settore pulizie di Potenza

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 18 maggio 2016

Cdp, la protesta dei 26 addetti del settore pulizie di Potenza

Difficoltà per i lavoratori ex Ambrosia anche nel capoluogo lucano

Tempi duri per i lavoratori del settore pulizie della Casa della Divina Provvidenza di Potenza. I 26 addetti al servizio presso la sede del capoluogo lucano dell’Opera fondata da don Pasquale Uva hanno ripreso a lavorare il 18 aprile in seguito al passaggio di testimone fra l’Ambrosia Technologies e le due società cooperative (L’obiettivo e Tre fiammelle) consorziate di CNS con un taglio dell’orario di lavoro pari al 50%. Le organizzazioni sindacali hanno sostenuto che i dipendenti sarebbero stati riassunti con contratti ex novo secondo le normative imposte dal jobs act (quindi con minori tutele rispetto al passato), col mantenimento dei soli scatti di anzianità.

«Due ore e 20 minuti al giorno di turno, per un totale di 14 ore settimanali, sono assolutamente insufficienti per garantire la pulizia dei reparti» sostengono i lavoratori potentini. «Considerando che il reparto più piccolo è di 650 metri abbiamo presentato le nostre rimostranze all’azienda che, per tutta risposta, ci ha ammoniti» aggiungono, riferendosi alle comunicazioni pervenute dalla cooperativa in merito a contestazioni disciplinari. «Non è facile effettuare in così poco tempo le pulizie di spazi grandi, che peraltro ospitano pazienti non autosufficienti. Ci capita anche di pulire alle ore 18:00, cioè nell’orario di cena dei degenti. È un controsenso. Vogliono farci fuori?». 

La transizione da Ambrosia Technologies ai nuovi fornitori procede non senza intoppi e contestazioni anche a Bisceglie e Foggia, sedi della Casa della Divina Provvidenza in cui l’azienda milanese, fin dal 2004, ha garantito anche il servizio ristorazione, ora passato a Pastore. Lo scorso 9 maggio il sindacato Usppi ha tenuto assemblea e i responsabili dell’organizzazione hanno esortato le istituzioni a prendere coscienza delle difficoltà dei dipendenti, il cui salario è stato fortemente ridotto.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 18 maggio 2016