CDP, AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA PROLUNGATA DI UN ANNO

Attualità // Scritto da Vito Troilo // 23 febbraio 2016

CDP, AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA PROLUNGATA DI UN ANNO

Decisione del ministero dello sviluppo economico

La Congregazione Ancelle Divina Provvidenza resterà in amministrazione straordinaria per altri dodici mesi. Il ministro dello sviluppo economico Federica Guidi ha prorogato la scadenza in virtù di un passaggio della legge n° 347 del 2003: «Nel caso in cui al termine di scadenza il programma risulti eseguito solo in parte, in ragione della particolare complessità delle operazioni attinenti alla ristrutturazione o alla cessione a terzi dei complessi aziendali e delle difficoltà connesse alla definizione dei problemi occupazionali, il ministro dello sviluppo economico, su istanza del commissario straordinario, sentito il comitato di sorveglianza, può disporre la proroga del termine di esecuzione del programma per un massimo di dodici mesi».

Bartolo Cozzoli resterà perciò commissario straordinario per occuparsi dell’esame delle offerte vincolati e la negoziazione del contratto di cessione, dell’avvio dell’eventuale fase migliorativa, della formulazione della proposta di aggiudicazione, dell’esame da parte del ministero dello sviluppo economico della proposta ed aggiudicazione, delle operazioni societarie utili al perfezionamento della cessione e dell’avvio della fase liquidatoria dei debiti.

Nel nuovo termine, si tenterà ancora di ridefinire i rapporti col servizio sanitario regionale, dalla cui positiva conclusione (purtroppo esclusivamente dipendente dalla volontà delle regioni interessate) incide significativamente sul buon esito della procedura (e sull’equilibrio economico-finanziario complessivo dell’Ente, solo così raggiungibile senza interventi traumatici sul personale).

Il prossimo 17 marzo si terrà, presso il Tribunale di Trani, l’udienza di verifica per le istanze di ammissione allo stato passivo pervenute tardivamente al commissario straordinario.

«Sono state poste buone basi e si sono anche realizzati i primi risultati. I rilevanti impatti occupazionali (diretti ed indiretti) e sociali connessi alla procedura sono uno stimolo costante per la sua buona riuscita che, peraltro, rappresenta il principale (se non l’esclusivo) mezzo per il soddisfo delle ragioni del ceto creditorio» ha affermato Bartolo Cozzoli.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità // Scritto da Vito Troilo // 23 febbraio 2016