Caso Camassambiente, alcune precisazioni

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 gennaio 2017

Caso Camassambiente, alcune precisazioni

Il Tar Puglia ha sospeso l’immediata eseguibilità del recesso effettuato dal comune ma senza annullarlo

A seguito dell’ordinanza di sospensiva n° 13/2017 del Tar Puglia valida “limitatamente al provvedimento del comune di Bisceglie, nelle more della trattazione della domanda cautelare da fissarsi per la camera di consiglio del 31 gennaio 2017”, riteniamo doverosi alcuni chiarimenti.

Il decreto, emesso dal presidente della terza sezione Francesco Gaudieri “inaudita altera parte”, accoglie l’istanza di misure cautelari “nei limiti di cui in motivazione” e limitatamente al comune di Bisceglie, sospendendo esclusivamente l’esecutività dell’atto con cui il comune di Bisceglie aveva esercitato il diritto di recesso dal contratto di appalto a seguito dell’informativa prefettizia per infiltrazione mafiosa.

L’interdittiva antimafia emessa in data 23.12.2016 dal Prefetto di Bari non è dunque da considerarsi sospesa, né tanto meno è da considerarsi annullato il provvedimento di risoluzione contrattuale ex articolo 108, comma 4, del decreto legislativo n° 50/2016 adottato dal comune di Bisceglie a prescindere dalle motivazioni del Prefetto e sulle sole basi delle inadempienze contrattuali del gestore del servizio igiene urbana.

«L’atto di risoluzione – si legge nella determinazione della ripartizione ambiente- demanio-patrimonio n° 3/2017 – deve intendersi sospensivamente condizionato (e dunque non annullato) ad ogni eventuale provvedimento, tanto giurisdizionale, quanto amministrativo, che sospenda, annulli o comunque elimini dal mondo giuridico l’interdittiva antimafia emessa in data 23.12.2016 dal Prefetto di Bari ed il provvedimento prot. 58479 del 30.12.2016 con il quale è stato disposto il recesso contrattuale, ai sensi degli articoli 92 e 94 del decreto legislativo 159/2011».

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 gennaio 2017