Casa Pegaso, inaugurato l’alloggio del “dopo di noi”, realtà unica nel Sud Italia

Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 9 dicembre 2015

Casa Pegaso, inaugurato l’alloggio del “dopo di noi”, realtà unica nel Sud Italia


“Evviva, ce l’abbiamo fatta!”: un urlo di gioia del presidente dell’associazione Pegaso, Leonardo Mancini, che con queste parole ha sintetizzato, commosso, tutta la soddisfazione per il sogno realizzato: il progetto di residenzialità di via Padre Kolbe 66 è realtà.

Taglio del nastro

Taglio del nastro

Nel giorno dell’Immacolata si è svolta l’inaugurazione ufficiale di Casa Pegaso, il “dopo-di-noi” voluto dagli instancabili genitori dell’associazione dal cavallo alato, che dal 1998 mettono in campo le loro forze, la determinazione e soprattutto il cuore per i figli disabili.  Di fatto la struttura ha già preso il volo qualche mese fa,  ospitando stabilmente 5 adulti (la capienza è per 20), ma é con il taglio del nastro di ieri che Casa Pegaso si è presentata alla città.  Una realtà unica in tutto il Sud Italia e che fa scuola anche al Nord (Bolzano già guarda a Bisceglie come un modello virtuoso) perchè con i suoi servizi, ambienti e attivitá, la Casa permette agli adulti disabili di vivere in un clima familiare, protetto e sereno, nel momento in cui i cari non saranno più in grado di far fronte alle loro mutevoli esigenze.Pallocini in aria, musica festante e sala gremita per plaudere al traguardo raggiunto. A dare la benedizione Monsignor Giovanni Ricchiuti insieme al vicario episcopale don Franco Lorusso. Presenti il sindaco Francesco Spina, il vicesindaco Vittorio Fata, l’assessore Rachele Barra, diversi rappresentanti dell’assise comunale e l’assessore all’ambiente della Regione Puglia, Domenico Santorsola.

Palloncini in festa

Palloncini in  segno di festa

«Un risultato straordinario che fa onore all’intera comunità cittadina»- ha commentato il sindaco che ha anche ricordato quanto il Comune abbia da sempre creduto nel progetto. L’opera infatti è stata messa su grazie all’acquisto di un terreno comunale (a costo ridotto, per volontà degli amministratori). A dare un contributo considerevole é stata la Regione Puglia e non ultime le quote delle famiglie, le varie donazioni e le attività di autofinanziamento. Presenti anche numerosi rappresentati delle realtà associative locali e i ragazzi più grandi del Gruppo Scout Bisceglie; questi ultimi hanno contribuito fattivamente alla buona riuscita della serata.

Un ricordo particolare è andato a Enzuccio, Maria Pia, Pietro, Carmela che sono stati parte attiva della famiglia Pegaso e ora esultano da lassù.

Al termine della cerimonia di inaugurazione, presentata dal professor Gianni Cassanelli, a gruppi tutti i partecipanti hanno visitato gli ambienti dell’alloggio: oggi Casa Pegaso si compone di una ampia cucina, stanze ammobiliate gratuitamente dall’Ikea, sala informatica allestita grazie al Rotary club, spazi ricreativi e di condivisione,  ampio giardino e terrazzo.

Una grande festa per tutti, quella dell’8 dicembre, arricchita da un gustoso buffet offerto da Puma Conserve che da sempre sostiene l’associazione e dal consorzio del sospiro di Bisceglie.

Grazia Pia Attolini

Chi è Grazia Pia Attolini

Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne, sta completando gli studi universitari in Filologia Moderna. Attualmente è in Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile e si occupa di comunicazione, social media, stampa, diffusione della conoscenza. Redattrice di Bisceglie in Diretta dal 2010, ha ricoperto anche la carica di segretario di redazione. Ha collaborato con Radio Centro e si occupa della presentazione di eventi e incontri culturali. Responsabile della comunicazione dell'associazione Giovanni Paolo II, intervista personalità di spicco del Vaticano, del mondo dello spettacolo e della società civile. Attiva nel sociale e nel volontariato, è anche capo scout.




Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 9 dicembre 2015