Casa Divina Provvidenza, CISL e UIL chiedono ancora di incontrare il commissario Cozzoli: «ma è al corrente del caos gestionale nell’ente oppure bada solo agli aspetti economici?»

Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 aprile 2016

Casa Divina Provvidenza, CISL e UIL chiedono ancora di incontrare il commissario Cozzoli: «ma è al corrente del caos gestionale nell’ente oppure bada solo agli aspetti economici?»


Ennesima richiesta di incontro da parte delle segreterie CISL e UIL al commissario straordinario Bartolo Cozzoli.

Cosa ne sarà della Casa Divina Provivdenza dopo l’annunciata chiusura del bando di vendita? Perché i lavoratori con contratto di solidarietà ormai terminato da anni non ricevono ancora per intero il dovuto? E soprattutto, chi si occupa del disordine che si sta vivendo nella gestione quotidiana della CDP?

Nelle denunce fatte dal sindacato, si circostanziano disfunzioni di ogni tipo: «coordinatori impossibilitati nel portare a termine il turno mensile per carenza di personale, inferimeri cui viene negata la concessione delle ferie maturate, mancata ridistribuzione del personale nelle diverse unità operative, servizi di portineria non funzionanti e molto altro ancora».

 Problemi di ordine quotidiano che si riflettono sulle condizioni di ospiti e lavoratori.

In calce alla richiesta di un incontro urgente con il commissario, le segreterie aziendali pongono un aut-aut: o una risposta da parte di Cozzoli entro cinque giorni (dalla data di protocollo, del 13 aprile), oppure lo stato di agitazione con presidio permanente all’esterno della struttura.

 

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 17 aprile 2016