Campionato concluso, che sarà del Bisceglie calcio?

Sport // Scritto da Vito Troilo // 10 maggio 2016

Campionato concluso, che sarà del Bisceglie calcio?

Futuro mai così incerto per le sorti della squadra

Fine di una storia? Difficile poter rispondere alla domanda che tutti gli sportivi biscegliesi e i sostenitori nerazzurrostellati hanno continuato a porsi sempre con maggiore insistenza al triplice fischio del match col San Severo che ha certificato la riconferma, sul campo, del diritto a partecipare al campionato di Serie D.

Un gruppo di giovanissimi, capitanato sul rettangolo di gioco dall’esperto Daniel Ola e guidato da Claudio De Luca (un grande uomo di sport che merita le migliori fortune possibili per il prosieguo della sua carriera di allenatore), ha centrato l’obiettivo-salvezza, sostenuto unicamente da tanta voglia di fare calcio e da pochi romantici innamorati del pallone. I ragazzi e lo staff tecnico si sono salutati lunedì, al termine di una cena presso il Memory Resort.

L’impressione che non ci sia più molto da fare è purtroppo prevalente. Mantenere il Bisceglie calcio a questi livelli è un impegno economicamente importante e non sarebbe immaginabile affrontare un’altra stagione senza certezze, senza una proprietà, senza una guida solida. Beppe Ingrosso e Vincenzo De Santis ce l’hanno messa tutta, supportati da un manipolo di volenterosi e spesso creativi tifosi (giusto sottolineare l’impegno di Vito Pellegrini; ci vorrebbe un libro per descrivere tutti i sacrifici compiuti da Franco Caggianelli) ma la necessità di un riferimento economico sicuro è divenuta ormai prioritaria. La naturale e inevitabile uscita di scena del trio Ingrosso-De Santis-De Luca è l’unico dato sicuro di questa fase post-season: in ogni caso, l’ex calciatore del Bari ha garantito la disponibilità a consegnare il titolo nelle mani di chi si dovesse fare avanti, augurandosi che qualcuno lo faccia.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 10 maggio 2016