CALCIO, SERIE D: TARANTO ELIMINATO DALL’AREZZO, RETROCEDONO REAL VICO E METAPONTINO. 9 O 10 PUGLIESI NEL 2014-2015?

Sport // Scritto da Vito Troilo // 19 maggio 2014

CALCIO, SERIE D: TARANTO ELIMINATO DALL’AREZZO, RETROCEDONO REAL VICO E METAPONTINO. 9 O 10 PUGLIESI NEL 2014-2015?


Grande delusione per gli 8000 tifosi tarantini (foto Rodolfo Di Lena-Fabio Mitidieri)

Grande delusione per gli 8000 tifosi tarantini (foto Rodolfo Di Lena-Fabio Mitidieri)

Un Arezzo pratico, tatticamente ineccepibile e fisicamente più fresco si è imposto di misura sul prato dello “Iacovone” eliminando il Taranto di mister Aldo Papagni nella gara unica valida per il primo turno interregionale dei playoff del campionato di Serie D.

Il bel gol messo a segno dal centrocampista Carteri a quattro minuti dal 90° ha fatto piombare nello sconforto gli oltre 8000 sostenitori rossoblu che hanno gremito l’impianto del rione Salinella. Nella fase più delicata di una lunga e intensa stagione il collettivo ionico ha pagato a caro prezzo lo sforzo compiuto mercoledì per piegare la resistenza del Monopoli dopo due tempi supplementari.

E’ uscita di scena una delle società col budget più elevato dal massimo torneo dilettantistico nazionale, cui non è stato sufficiente il contributo di calciatori come Hernan Molinari e Pietro Balistreri per salire di categoria. Le porte della Lega Pro unica, a questo punto, potrebbero aprirsi esclusivamente attraverso un poco probabile ripescaggio che dovrebbe tenere conto di chissà quali arzigogoli. Delusione per i tanti sportivi biscegliesi che hanno seguito con particolare affetto l’avventura di Aldo Papagni sulla panchina del Taranto. Chissà che non si torni a parlare, come già accaduto nel corso della stagione, di un riavvicinamento del tecnico alla squadra della sua città.

Loris Formuso del Grottaglie, autore del gol-salvezza a Vico Equense

Loris Formuso del Grottaglie, autore del gol-salvezza a Vico Equense

Il calcio pugliese ha tirato un bel sospiro di sollievo. Al Grottaglie è riuscita l’impresa di violare (2-1) il campo di Vico Equense nel confronto diretto per evitare la retrocessione in Eccellenza. Mister Giacomo Pettinicchio e i suoi giocatori hanno assicurato al piccolo centro della provincia di Taranto la possibilità di disputare, nella prossima stagione, il dodicesimo campionato consecutivo di Serie D. Nonostante i 33 punti conquistati nel corso della stagione regolare il Real Vico è sceso nei campionati regionali.

Festa per la Puteolana, cui è stato sufficiente l’1-1 casalingo col Real Metapontino per salvarsi e rimandare i lucani in Eccellenza. La rete di Orlando al settimo minuto del primo tempo supplementare non è bastata a una squadra con calciatori del calibro di De Gennaro, Di Senso e De Tommaso in organico per scampare alla caduta. Il pari di Manco nel recupero del primo overtime ha fatto la differenza, togliendo le castagne dal fuoco per i flegrei.

Il Gallipoli neopromosso in Serie D

Il Gallipoli neopromosso in Serie D

Si è concluso, per tutte le formazioni che hanno fatto parte del girone H, un torneo di Serie D altamente competitivo.

La promozione del Matera e le retrocessioni di Gladiator, Real Metapontino e Real Vico, oltre che la radiazione del Nardò i verdetti di una stagione ricca di colpi di scena, contrassegnata da un notevole equilibrio al vertice, dall’affermazione di sorprese come Marcianise e Francavilla, dall’andamento discontinuo di Turris, Monopoli e Brindisi, dalla vana rimonta per il primato del Taranto e dall’annata senza infamia e senza lode del Bisceglie.

La nuova Serie D per la stagione 2014-2015 dovrebbe avere 9 o 10 squadre ai nastri di partenza: Bisceglie, Brindisi, Grottaglie, Manfredonia, Monopoli, San Severo, Taranto, il neopromosso Gallipoli e il Martina sceso dalla Seconda divisione. Unica variabile, la possibilità che l’Andria vinca i playoff nazionali di Eccellenza.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 19 maggio 2014