CALCIO, LE PAGELLE DI NARDO’-BISCEGLIE

Sport // Scritto da Vito Troilo // 30 settembre 2013

CALCIO, LE PAGELLE DI NARDO’-BISCEGLIE


Francesco Bitetto, tecnico del Bisceglie calcio

Francesco Bitetto, tecnico del Bisceglie calcio

Clicca “mi piace”sulla pagina facebook “Festa dello Sport – Città di Bisceglie” con tutte le notizie sullo sport biscegliese, a cura della redazione sportiva di Bisceglie in diretta

Iscriviti al gruppo facebook “Calcio Serie D” con tutte le informazioni e le notizie sul girone H a cura della redazione sportiva di Bisceglie in diretta

NARDO’
Passaseo 9, Rizzo 7, Pati 7, Marra 7, Antico 7, Keita 7, Diop 7, Piccinonno 7 (dal 63° Stapane 7), Spagnolo 7 (dal 59° Persano), Prinari 9 (dal 75° Bruno 6), Orlando 7. Allenatore: Menichelli 8.

BISCEGLIE
Lella – 
Incolpevole sull’eurogol di Tiziano Prinari, si limita all’ordinario su alcune altre conclusioni dalla distanza dei neretini. 5

Belfanti – In una gara del genere avrebbe dovuto e potuto spingere di più. Non si può giocare solo su una fascia. 4

Tundo – Tenta l’affondo in alcune circostanze ma fa troppo poco al confronto di un avversario inferiore. 5

Lorusso – Evanescente, non riesce a evitare l’orgia di tiri da fuori di centrocampisti e attaccanti nerazzurri. 4 (dal 50° Visconti – Il rigore nel recupero lo segna ma sbaglia due gol incredibili. 4)

Gambuzza – Nel grigiore generale è fra i meno negativi. 5

Papasidero – Non chiude su Prinari lasciandogli il tempo per guardare la porta. 4

Del Core – Si sbatte senza costrutto, non è il suo pomeriggio e purtroppo nemmeno quello di tutti gli altri suoi compagni di reparto. 5

Lamatrice Uno dei tanti in cerca di gloria con tiri dalla lunga distanza. 5 (dal 75° Pizzutelli ingiudicabile)

Lisi – Suggerisce e rifinisce per compagni di squadra incapaci di concludere a rete. 5 (dal 75° Fiorentino – ingiudicabile)

Logrieco – Cocciuto nel cercare il gol con calci piazzati e tiri da lontano. 5

Croce – Dalla tripletta con il Taranto all’astinenza con il baby Nardò il passo è troppo breve e traumatico.  4

Bitetto – E’ il principale responsabile, in quanto capo dello staff tecnico, del modo assurdo con cui la squadra ha affrontato la trasferta neretina. In settimana aveva garantito, a più riprese e senza mezzi termini, il massimo impegno e la giusta concentrazione della sua squadra. Il campo gli ha dato torto. Dopo cinque giornate il suo Bisceglie ha appena sei punti in classifica, ha vinto faticando in casa del Gelbison, non è riuscito a segnare nè al Matera nè al Monopoli, s’è fatto rimontare due gol dal Taranto in due minuti, ha rischiato di perdere a Nardò. Nessuno si meraviglierebbe se lo esonerassero. 4

TERNA ARBITRALE
Nicoletti dirige senza particolari intoppi, ben coadiuvato dai suoi due assistenti. Fischia un rigore giusto per il Bisceglie. 7

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 30 settembre 2013