Calcio a 5, stavolta il derby è amaro per il Santos Club: primo ko stagionale. Sabato sfida al Torremaggiore

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 4 novembre 2016

Calcio a 5, stavolta il derby è amaro per il Santos Club: primo ko stagionale. Sabato sfida al Torremaggiore

I gialloblu non bissano il risultato positivo di Coppa e perdono l’imbattibilità stagionale. Adesso testa al terzo turno di C2

Bisceglie Futsal Club-Santos Club 4-3

Bisceglie Futsal Club: Pellicani, Di Bisceglie, Palettino, Amenduni, Cantatore, Bucci, R.Pellegrini, P.Pellegrini, Tamborra, Mastrorilli, Fracchiolla, Schiavone.
Santos Club: Sasso, Tempesta, Uva, S.Di Benedetto, G.Di Benedetto, Papagni, Formicola, Keita, Fusiello, Galantino, Salvemini, Ricchiuti. Allenatore: Francesco Tritto.
Arbitro: Campeggio (Bari)
Reti: Mastrorilli, aut.Tempesta, Formicola, G.Di Benedetto, Palettino, Papagni, Cantatore
Ammoniti: Bucci, Sasso, Papagni, S,Di Benedetto

Dopo aver concretizzato il passaggio agli ottavi di Coppa Puglia, il Santos Club ha affrontato nuovamente il Futsal Club Bisceglie, nel match valevole per la seconda giornata di Serie C2-A pugliese.

Nel tardo pomeriggio di sabato 26 ottobre, i gialloblu del presidente Sangilli si sono recati in terra ruvese (attuale domicilio del team, nonostante la denominazione biscegliese) presso il centro sportivo Green Park.
Il team di mister Tritto è giunto all’appuntamento con qualche assenza di troppo (ai vari D’Addato, Di Pilato, Garofoli, La Notte, già assenti nel match di Coppa, si è aggiunto anche il pivot D’Elia), offrendo tuttavia una prova decisamente migliore rispetto quella di quattro giorni prima messa in atto sul sintetico del centro sportivo Aurora.

Partenza decisamente in salita per i gialloblu, sotto 2-0 in apertura di gara: alla rete di Biagio Mastrorilli (direttamente su calcio di punizione) va ad aggiungersi uno sfortunato autogol di Michele Temepesta. Dopo la strigliata di mister Tritto, il Santos Club non si perde d’animo e accorcia le distanze con il tap-in di Andrea Formicola (assist di Simone Di Benedetto) , seguito dal pareggio firmato da Gianluca Di Benedetto direttamente su calcio di punizione. Da segnalare prima del termine della prima frazione l’infortunio che ha costretto l’estremo Sasso a lasciare anzitempo il campo, lasciando spazio al ’97 Ricchiuti.

In apertura di ripresa il Santos Club mostra subito una netta supremazia territoriale, costringendo l’estremo Paolo Pellicani (ex di turno, pur non avendo mai disputato gare ufficiali con la maglia gialloblu) agli straordinari con almeno quattro interventi decisivi. Il gol tarda ad arrivare, anzi è il Bisceglie Futsal Club a trovare la rete del 3-2, firmata da capitan Palettino, alla quale seguirà il 3-3 firmato Antonio Papagni. Il Santos Club, inoperoso in difesa (i maggiori pericoli piuttosto arrivano dal terreno di gioco del campo all’aperto, molto scivoloso a causa dell’eccessiva umidità), assedia l’area locale impegnando più volte l’estremo Pellicani, ancora straordinario con i suoi decisivi interventi.

La beffa, che fisserà definitivamente il risultato sul 4-3, si concretizzerà nei minuti successivi: un lancio dalla retrovie pesca Cantatore che di testa, al limite dell’area di rigore, sigla con un pallonetto la rete della vittoria, approfittando di un’indecisione di Ricchiuti.
Inutile il forcing finale del Santos Club che sbatte continuamente sul muro Pellicani (mister Tritto si gioca il tutto per tutto con la carta Papagni quinto di movimento), pagando a caro prezzo le poche occasioni concesse, ma che deve fare mea culpa anche per le numerose occasioni non concretizzate a dovere.

Resta il rammarico per aver sciupato l’occasione di portarsi a punteggio pieno dopo due giornate di campionato: Francesco Uva e compagni cercheranno il riscatto nella gara interna di sabato 5 novembre (calcio d’inizio ore 18:00) quando ospiteranno il Torremaggiore.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 4 novembre 2016