Calcio a 5, Santos Club ko sul campo della capolista Eraclio Barletta

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 6 marzo 2017

Calcio a 5, Santos Club ko sul campo della capolista Eraclio Barletta

Non basta la buona prova offerta dal team biscegliese di mister Tritto, alle prese con le numerose assenze

Eraclio Barletta-Santos Club 3-1

Eraclio: Pavone, Dibenedetto, Severino, Calabrese, Cervello, A. Stella, Delvecchio, Pierro, Guerra, Di Palma, Baylon.
Santos Club:
Di Pilato, Uva, Muggeo, Tempesta, Formicola, Fusiello, Papagni, G. Di Benedetto, Galantino, Sasso. Allenatore: Francesco Tritto
Arbitro:
Bottalico (Bari)
Reti: 6° G. Di Benedetto, 15° Pierro, 22° Severino, 33° p.t. Di Palma
Ammoniti: Cervello, Muggeo, Di Palma, Severino
Note: al 33° p.t. Di Pilato respinge un tiro libero a Cervello

Quinta sconfitta in campionato per il Santos Club, ko 3-1 sul campo della capolista Eraclio.
Al PalaDisfida di Barletta i gialloblu di mister Tritto offrono una prova generosa, ma pesa il fatto di essere arrivati a una delle gare più importanti della stagione senza alcun pivot di ruolo.

Non hanno preso parte al match di sabato 4 marzo il top scorer Gianni D’Elia e Simone Di Benedetto, altro riferimento offensivo importante. I forfait dell’ultim’ora di Garofoli e La Notte, sommati alle indisponibilità di D’Addato e Lamanuzzi, hanno ulteriormente ridotto all’osso le rotazioni. Convocazione in extremis per Gianluca Di Benedetto, non al top della forma.

Il posticipo del 16° turno di Serie C2/A offre la classica gara spartiacque: con una vittoria il Santos Club riaprirebbe un campionato già equilibrato, accorciando a -3 dal primo posto; al contrario, una sconfitta allontanerebbe ulteriormente il team biscegliese dal primato.

Ritmi bassi in avvio di gara: solo un’occasione per parte nei primi 5’ di gara, con Muggeo e Di Palma, ma i due estremi difensori respingono la minaccia.
Al 6° il Santos Club sblocca il match, portandosi sul momentaneo 0-1, usufruendo di un calcio di punizione da posizione pericolosa: tocco di Tempesta (prima da capitano per lui) per il neo entrato Gianluca Di Benedetto che con un preciso diagonale infila alle spalle di Pavone. Per Di Benedetto si tratta del 15° centro in campionato.

L’Eraclio reagisce con i tentativi di Pierro e Di Palma, sui quali Di Pilato fa buona guardia, ma la chance più importante capita al 12° sul piede del gialloblu Formicola: servito da Muggeo, si ritrova tutto solo davanti a Pavone, ma calcia sul corpo dell’estremo locale. Al 14° nuova chance per il Santos, stavolta con Muggeo che vince un contrasto e s’invola verso la porta avversaria: Pavone sventa nuovamente la minaccia. Gol sbagliato, gol subito: un minuto dopo l’Eraclio pareggia i conti con la precisa conclusione di Pierro da fuori area.

I locali affrontano la gara con maggiore sicurezza e si rendono pericolosi due volte con Calabrese. E’ il preludio alla rete del 2-1, che arriva al 22° con Severino che, sfruttando in area di rigore una marcatura errata del quintetto di mister Tritto, insacca da pochi passi. Successivamente l’Eraclio si spinge più volte in avanti alla ricerca della terza rete, ma al 27° è anche il Santos ad avere una buona chance per il pari con Di Benedetto autore prima di un gran recupero sulla corsia laterale, poi di una conclusione sventata in corner da Pavone.

Al 28° Di Pilato vince nuovamente un doppio duello a tu per tu con Calabrese, mentre al 29° il Santos Club non sfrutta al meglio una rapida ripartenza di Uva in superiorità numerica. Nei 3’ di recupero un’ingenuità difensiva porta sul dischetto del tiro libero l’Eraclio: Di Pilato respinge il tiro libero di Cervello, ma nulla può sul tap-in di Di Palma, autore del definitivo 3-1.

In avvio di ripresa gialloblu subito pericolosi con Papagni (servito da Di Benedetto), sul quale Pavone si salva in corner. Successivamente gli ospiti si rendono nuovamente pericolosi due volte con Di Benedetto. L’estremo biscegliese Sasso, subentrato dopo l’intervallo a Di Pilato, è inoperoso fino al 37°, quando risponde in maniera attenta a Severino.

E’ sempre il Santos a fare la gara nella ripresa, l’Eraclio cerca di difendere il vantaggio acquisito: al 38° Muggeo si divora la palla del possibile 2-3 da pochi passi, mentre al 39° e al 41° Di Benedetto sfiora due volte il gol. Rete che non arriva in favore del Santos e che al 49° rischia di subirne addirittura un’altra, ma è tempestivo il salvataggio di Formicola su Severino a porta sguarnita. Eraclio che al 52° ci prova anche con un’azione (simile ad un rigore in movimento) finalizzata dal piede di Delvecchio, ma spentasi alta sopra la traversa.

Nel finale inutile il forcing del Santos Club, che nel finale subisce anche la quinta infrazione e si gioca il tutto per tutto con Uva schierato come quinto di movimento: l’estremo locale Pavone chiude la porta, stendendosi in maniera decisiva sui tentativi di Papagni e dello stesso Uva, prima del triplice fischio finale.

Spezzata dunque la tradizione positiva del Santos Club ai danni dell’Eraclio: nei tre precedenti stagionali tra campionato e coppa, i gialloblu erano usciti sempre vittoriosi.
Con questo risultato il team biscegliese resta al 4° posto con 31 punti, a -6 dall’accoppiata Futsal Troia e San Ferdinando, formazioni che occupano rispettivamente il 2° e 3° posto.

Nei prossimi due weekend, doppio turno casalingo per il team presieduto da Sangilli: sabato 11 marzo al centro sportivo Aurora arriverà il Poggiorsini, mentre sabato 18 sarà il turno della Sicom Barletta.

 

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 6 marzo 2017