Calcio a 5, sabato alle ore 16 il derby Santos Club-Nettuno: in palio punti play-off

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 20 marzo 2015

Calcio a 5, sabato alle ore 16 il derby Santos Club-Nettuno: in palio punti play-off


Il countdown sta per terminare: nel pomeriggio di sabato 21 marzo Santos Club e Nettuno daranno vita alla stracittadina biscegliese del girone A di Serie C2.

Sul sintetico del centro sportivo Aurora si affronteranno, in occasione della diciannovesima giornata, i roster allenati rispettivamente da Francesco Tritto e Bartolo Sasso: due formazioni accomunate apparentemente dallo stesso obiettivo, ma con sfumature diverse. Il Santos Club, quarta forza del torneo, cercherà la sua undicesima affermazione per agganciare il Torremaggiore (che usufruirà del turno di riposo) al terzo posto; il Nettuno, sesto in classifica, invece, si gioca le sue ultime chance per accedere alla griglia play off (il quinto posto, occupato dal Futsal Giovinazzo, dista due lunghezze).

Il Nettuno, che spesso in questa stagione ha dimostrato il suo carattere nei big match, cercherà di rimediare alla prova incolore di una settimana prima con il Trops Sammarco (vittoria per 7-6), mentre il Santos Club cercherà di riscattare la sconfitta di Giovinazzo (2-1).
Ci sono tre precedenti tra le due formazioni, tutti avvenuti nella stagione in corso: in campionato è arrivata una vittoria per il Nettuno (3-0 nel confronto d’andata), mentre in Coppa Puglia il bilancio è in pareggio (una vittoria a testa).

Nessuno squalificato nei due roster, ma i mister dovranno fare i conti con diverse assenze: nel Santos mancheranno il laterale Muggeo e gli estremi difensori Marmo e Girolamo D’Addato; nel Nettuno sicuro assente il lungodegente Goffredo.

Arbitrerà l’incontro Antonio Dimundo di Molfetta. Calcio d’inizio ore 16:00.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 20 marzo 2015