CALCIO A 5, NETTUNO-DIAZ 6-4

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 23 dicembre 2012

CALCIO A 5, NETTUNO-DIAZ 6-4


Nettuno vittorioso nella stracittadina

Nettuno vittorioso nella stracittadina

TUTTI I RISULTATI DELLO SPORT BISCEGLIESE NELLA SEZIONE “CIFREdiSPORT”

Nettuno – Diaz 6 – 4

Nettuno: Gangai, Garofoli, De Feudis, Valente, S. De Cillis, Lamanuzzi, Fusiello, Amoruso, Ricchitelli, Sasso, Lamanuzzi, Rigante. Allenatore: Giuseppe Di Chiano.

Diaz: Povia, D’Addato, Preziosa, Ferrante, Binetti, Calamita, Palermo, C. Di Liddo, Di Pinto, Gallo, Sasso, Consiglio. Allenatore: Maurizio Di Pinto.

Arbitro: Di Argento di Bari.

Reti: 13° S. De Cillis, 21° S. De Cillis, 30° Preziosa, 32° De Feudis, 33° C. Di Liddo, 35° De Feudis, 42° Gallo, 50° Di Pinto, 58° aut. C. Di Liddo, 61° Valente.

Note: spettatori 100 circa; ammoniti Preziosa e Povia; tiri liberi Nettuno (1/1), Diaz (0/3).

Finisce con una vittoria del Nettuno ai danni dei cugini della Diaz, la stracittadina valevole la tredicesima giornata di campionato, che chiude l’anno solare del futsal biscegliese maschile.

Mister Giuseppe Di Chiano schiera il quintetto formato dall’esperienza dell’estremo difensore Gangai, Garofoli, De Feudis, l’esordiente Sergio De Cillis a supporto del pivot Valente. La Diaz di mister Maurizio Di Pinto risponde con Povia in porta, Preziosa,  Palermo, Cosimo Di Liddo e Calamita. Match intenso sin dai primi minuti di gioco, dove si assiste a svariate occasioni da entrambe le parti. Al 13° è il Nettuno a passare in vantaggio grazie ad una botta da fuori area del neoacquisto De Cillis, che timbra subito la sua prima rete in casa neroazzurra. Il match si fa avvincente, di alto livello agonistico, una delizia per gli amanti del futsal, con Gangai e Povia più volte costretti a fare gli straordinari. Successivamente arriva la doppietta dell’under De Cillis, che dimostra subito di esser entrato in modo incisivo negli schemi di mister Di Chiano, che lo ha fortemente voluto. Allo scadere del primo tempo i padroni di casa pagano troppo l’alto agonismo della gara, andando oltre il bonus dei cinque falli: per la Diaz occasione ghiotta che non viene sfruttata da Binetti, il cui tiro libero viene neutralizzato da uno strepitoso Gangai. Gli ospiti non si demoralizzano e allo scadere accorciano le distanze con Cosimo Preziosa, che lascia partire un siluro dalla distanza che non lascia scampo al portiere di casa.

Ad inizio ripresa episodio decisivo: qualche secondo di troppo nella rimessa dal fondo, costa al portiere Povia l’infrazione. Punizione dal limite dell’area di rigore e rete di De Feudis abile ad insaccare dopo uno schema. Neanche il tempo di festeggiare che la Diaz accorcia nuovamente le distanze con Cosimo Di Liddo, fratello del nuovo arrivo Damiano. La partita si fa intensa, con continui capovolgimenti di fronte. Mauro De Feudis sfrutta un altro calcio di punizione per siglare la sua prima doppietta in maglia nerazzurra. La reazione ospite non si fa attendere e Stefano Gallo porta in partita i suoi; dopo una ghiotta occasione per il Nettuno con Mauro Garofoli che coglie il palo in un’occasione ravvicinata, la Diaz si porta sul 4-4 lo svantaggio grazie ad un bellissimo tiro da fuori di Giacomo Di Pinto. Il Nettuno ha due occasioni ghiotte per tornare in vantaggio con Maurizio Valente, in una delle quali Povia è strepitoso. Nel finale gli uomini di mister Di Chiano ricadono nella trappola del sesto fallo, ma nella successiva esecuzione Gallo calcia a lato, sprecando l’occasione del sorpasso ospite. Gol sbagliato gol subito: capovolgimento di fronte e in un’azione di mischia Cosimo Di Liddo insacca sfortunatamente nella porta sbagliata. Il Nettuno commette il settimo fallo e il signor Di Argento assegna nuovamente il tiro libero: Binetti, incredibilmente, sbaglia nuovamente l’esecuzione graziando Gangai. Nel finale mister Di Pinto si gioca il tutto per tutto, inserendo il quinto di movimento, ma il tiro libero di Valente, in pieno recupero, decreta la fine dei giochi.

Con questa vittoria il Nettuno incamera 3 punti fondamentali, portandosi a quota 17 e proiettandosi definitivamente verso la tanto sospirata zona playoff, lontana adesso 5 lunghezze; gli ex Vigilensis, fermi a quota 15, possono recriminare soprattutto per i tiri liberi non sfruttati al meglio, ma escono a testa alta: proseguendo con questa ambiziosa crescita, il futuro non potrà che essere roseo.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 23 dicembre 2012