Calcio a 5, nell’infrasettimanale di C1 il Nettuno scivola ancora in casa. La Diaz s’impone di misura nel derby con le Aquile

Sport // Scritto da Vito Troilo // 1 marzo 2017

Calcio a 5, nell’infrasettimanale di C1 il Nettuno scivola ancora in casa. La Diaz s’impone di misura nel derby con le Aquile

Ennesima opportunità sciupata dai biancazzurri di Bartolo Sasso. Un gol di Alberto Tortora decide la sfida del PalaDolmen

Martedì di campionato avaro di soddisfazioni per un Nettuno la cui classifica è sempre più asfittica e preoccupante a seguito della battuta d’arresto casalinga col Futsal Donia mentre la Diaz ha compiuto un altro passo verso la salvezza piegando al PalaDolmen le Aquile Molfetta al termine di un derby dagli elevati toni agonistici.

Non sembra purtroppo conoscere soluzione di continuità la crisi di risultati dei biancazzurri del patron Tonio Papagni, ormai al quarto stop consecutivo sul sintetico del Centro Sportivo Aurora, non più così tanto amico di Luciano Goffredo e compagni. L’ennesima prova generosa non è stata sufficiente: il Nettuno ha pagato a caro prezzo le ingenuità commesse e ha sprecato alcune occasioni per restare in partita, compreso un rigore calciato a lato da Domenico De Gennaro nel primo tempo, sull’1-2. La compagine sipontina, sorniona, ha approfittato della situazione per conquistare i tre punti. In gol Gesualdi e Natalino (doppiette) oltre a Castirota e Lupoli per gli ospiti; Salerno, Sasso e De Gennaro per il collettivo biscegliese.

Confronto mai banale, quello disputato sulle tavole dell’impianto di via Ruvo (buona cornice di pubblico) tra le due contendenti in biancorosso: ha prevalso una Diaz che, paradossalmente, pur rintanata per quasi tutta la durata dell’incontro ha siglato l’unico gol rendendosi spesso pericolosa in ripartenza. Ultima gara in tribuna per mister Maurizio Di Pinto, che tornerà in panchina sabato 4 marzo; nell’organico ospite i biscegliesi Francesco Acquaviva, Sergio De Cillis e Giulio Mugeo. Meglio le Aquile per l’approccio al match, il giro palla e la corsa ma la formazione cara a Nicola Napoletano ha saputo sopperire con astuzia e determinazione.

Primo spunto di Gigi Palermo, la cui incornata su imbucata di Angelo Cassanelli è terminata oltre la traversa. Gli ha replicato De Scisciolo con un destro alto. Nonostante il pressing e il notevole possesso palla Molfetta ha mostrato evidenti lacune nella costruzione del gioco, mancando spesso di concretezza, tanto che una botta di Preziosa respinta dall’estremo ospite, una girata di Valente alta di poco e un tentativo di Caggianelli bloccato da Di Bitonto in due tempi sono le uniche azioni, tutte di marca Diaz, degne di nota di una frazione priva di emozioni, chiusa coi cartellini gialli mostrati all’indirizzo di De Cillis prima e Russo poi.

L’estroso ex di turno De Cillis ha fatto appena in tempo a mettersi in evidenza con una giocata individuale a inizio ripresa che al 33° ha rimediato il rosso (presunto fallo di mani): decisione molto discutibile di Agostino Fiorentino di Barletta e Stefano Pellicani di Bari, la cui già incerta direzione, da quel punto, è progressivamente sfociata nel disastro più totale. L’episodio ha consentito alla Diaz di giocare per due minuti col power play e realizzare, con Alberto Tortora, il gol partita: destro potente che ha trafitto il portiere avversario e 1-0.

Le Aquile, senza quel pizzico di fantasia in più, hanno alzato ulteriormente l’intensità continuando, comunque, a non impegnare Spadavecchia. Finale convulso e nervoso (espulso dalla panchina il portiere biscegliese Povia): la Diaz ha sfiorato il raddoppio con un tap-in e un destro di Tortora sventati da Di Bitonto. Il ricorso al quinto di movimento non ha portato alcun giovamento agli ospiti, complice un’incomprensibile gestione delle rotazioni: Acquaviva e Mugeo, di gran lunga i migliori, sono rientrati in campo solo in pieno recupero. Tre punti importanti per il club del presidente Cortellino, ora decimo in graduatoria.

Sabato pomeriggio il Nettuno sarà di scena sul campo del Volare Polignano mentre la Diaz, nel posticipo delle ore 18:00, renderà visita al fanalino di coda Real Five Carovigno.

Nella foto il tecnico della Diaz Maurizio Di Pinto

SERIE C1
25ª giornata (martedì 28 febbraio)
Nettuno Bisceglie-Futsal Donia 3-6
Csg Putignano-Futsal Altamura mercoledì 8 marzo
Diaz Bisceglie-Aquile Molfetta 1-0
Futsal Andria-Futsal Salapia 4-3
Neapolis Polignano-Dream Team Palo 5-2
Real Five Carovigno-Volare Polignano 5-5
Trulli e Grotte Castellana-Football Five Locorotondo 3-5
Futsal Brindisi-New Taranto 5-3

CLASSIFICA
Football Five Locorotondo 65 Futsal Altamura* 56 Volare Polignano 49 Neapolis Polignano 44 Aquile Molfetta, New Taranto 41 Futsal Donia 37 Csg Putignano*, Futsal Brindisi 36 Diaz Bisceglie 29 Dream Team Palo del Colle, Futsal Andria 28 Futsal Salapia 24 Trulli e Grotte Castellana 22 Nettuno Bisceglie 21 Real Five Carovigno 12.
*Una gara in meno

SERIE C1
26ª giornata
Futsal Salapia-Neapolis Polignano
Aquile Molfetta-Csg Putignano
Dream Team Palo-Trulli e Grotte Castellana
Football Five Locorotondo-Futsal Andria
Futsal Altamura-New Taranto
Futsal Donia-Futsal Brindisi
Volare Polignano-Nettuno Bisceglie
Real Five Carovigno-Diaz Bisceglie

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 1 marzo 2017