Calcio a 5, C1 | La capoclassifica Diaz vuole i tre punti sull’ostico campo di Turi

Sport // Scritto da Vito Troilo // 13 novembre 2015

Calcio a 5, C1 | La capoclassifica Diaz vuole i tre punti sull’ostico campo di Turi


I biancorossi, reduci dal pari in rimonta con l’Olympique Ostuni, puntano al successo in trasferta. In dubbio Mauro Caggianelli

L’incognita sull’utilizzo di Mauro Caggianelli, le cui condizioni saranno valutate fino all’ultimo momento dello staff tecnico e medico, è una delle variabili con cui la Diaz si approccia alla trasferta di sabato (start ore 16:00) a Turi. I biancorossi di mister Maurizio Di Pinto (nella foto di Graziana Ciccolella), al comando della classifica del torneo di C1 dopo le prime nove gare, renderanno visita al collettivo guidato da Michele De Tomaso, quintultimo con sei punti (ruolino di marcia 1-3-5).

Non sarà facile conquistare i tre punti: «Turi è un campo caldo, con una tifoseria appassionata e un bravissimo allenatore, che sa tirar fuori dai propri giocatori il meglio. La loro classifica è frutto del forte rinnovamento estivo ma come è già accaduto l’anno scorso sono sicuro che questa squadra uscirà alla distanza dimostrando la bontà di un progetto che punta su giovani grintosi» argomenta il trainer biscegliese.

Il capitano biancorosso Giacomo Di Pinto in azione [foto Graziana Ciccolella]

Il capitano biancorosso Giacomo Di Pinto in azione [foto Graziana Ciccolella]

La Diaz ha inseguito nel punteggio nelle ultime due sfide, partendo con un passivo di tre reti nei primi minuti della stracittadina col Santos Club (link all’articolo) e finendo sotto 2-0 fra le mura amiche del PalaDolmen con l’Olympique Ostuni (link all’articolo). Sarà fondamentale iniziare con l’atteggiamento giusto.

Per la gara di Turi torneranno disponibili Vincenzo Povia (non al meglio, Roberto Di Bitonto potrebbe rimpiazzarlo fra i pali) e Vincenzo Cassanelli, che hanno scontato un turno di squalifica. In forse anche la partecipazione alla trasferta di Cosimo Preziosa.

Malgrado lo stato di forma non eccellente di alcuni elementi, è la profondità d’organico il punto fermo del collettivo caro al patron Giuseppe Cortellino. La forza delle rotazioni potrebbe risultare il fattore decisivo anche nell’intricato faccia a faccia con la formazione barese.

Thuriæ-Diaz Bisceglie sarà arbitrata da Domenico Lamacchia e Amedeo Lacalamita di Bari.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Sport // Scritto da Vito Troilo // 13 novembre 2015