CALCIO A 5, NETTUNO BEFFATO NEL FINALE: TRIONFA IL FUTSAL ANDRIA

Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 30 novembre 2013

CALCIO A 5, NETTUNO BEFFATO NEL FINALE: TRIONFA IL FUTSAL ANDRIA


Nettuno Bisceglie (Foto: Fotodigital Bisceglie)

Nettuno Bisceglie (Foto: Fotodigital Bisceglie)

Futsal Andria-Nettuno Bisceglie 5-3

Futsal Andria: Fasciano, Lanotte, Civita, De Feo, Tesse, Magno, Lopetuso, Cannone, Napoletano, Di Nanni, Zingaro. Allenatore: Filippo Mastroviti.
Nettuno: Gangai, De Cillis, Di Benedetto, Uva, Sasso Marco ,Sasso Bartolo, Lamanuzzi, Landriscina, Puzziferri, Salvemini, Gallo, La Notte Davide. Allenatore: Francesco Tritto.
Arbitro: Loconte di Bari.
Reti: 11°Lamanuzzi, 22° De Feo, 32° Di Benedetto, 50° Lanotte, 54° Di Benedetto, 59° Napoletano, 61° Magno, 62° De Feo.

Clamorosa sconfitta per il Nettuno Bisceglie che, dopo una partita perfetta durata 58 minuti, cede nel finale subendo tre reti negli ultimi minuti di gara che sanciscono la seconda sconfitta stagionale.

Mister Tritto è costretto a fare i conti con il forfait del pivot Ricchitelli che si aggiunge all’assenza dello squalificato Angelo La Notte. Nello starting five il tecnico biancazzurro si affida a Gangai in porta, De Cillis vertice basso, Lamanuzzi e Di Benedetto sulle fasce, a supporto del pivot Gallo. Il match è subito interessante ed intenso con numerose occasioni da entrambe le parti. I primi due  veri squilli sono di marca andriese e portano la firma di Napoletano e De Feo ai quali rispondono De Cillis (palo dopo uno scambio con Lamanuzzi) e due volte con Di Benedetto. Al 9° De Cillis è ancora inatteso protagonista con un tocco sotto da fuori area che impegna severamente l’estremo di casa Fasciano. Passano appena sessanta secondi e Gangai è autore di una parata molto fortunata su Magno a pochi passi dalla porta, dopo una leggerezza di Gallo a centrocampo. All’11° ci pensa Giulio Lamanuzzi a rompere gli equilibri sfruttando al meglio un assist da parte Di Benedetto. Il Futsal Andria si scuote e ci prova con capitan De Feo e Tesse. Al 21° Landriscina manca di un soffio l’appuntamento con la rete del 2-0 dopo un assist di Di Benedetto che attraversa tutta l’area piccola di rigore. Gol sbagliato, gol subito: nell’azione successiva la compagine di casa trova la rete del pareggio con De Feo, autore di un tiro da fuori area. Successivamente domina l’equilibrio in campo, ma l’occasione più clamorosa capita sui piedi del bomber Magno che spreca a pochi centimetri dalla rete.

Nella ripresa il Nettuno trova subito la rete dell’1-2 grazie a Gianluca Di Benedetto, abile a sorprendere Fasciano con un tiro da fuori area. Due minuti dopo Lamanuzzi non finalizza al meglio un contropiede: a tu per tu con il portiere avversario, viene ipnotizzato da quest’ultimo. La compagine allenata da Filippo Mastroviti cerca in modo insistente la rete del pari e le occasioni più limpide capitano sui piedi di Magno, che spara in cielo da pochi metri e Lopetuso, fermato solo dal palo. Tra il 46° e 47° ben quattro occasioni: una per gli ospiti con Marco Sasso  e tre per i locali con Magno, Napoletano e Lanotte, fermati da un super Gangai. Lo stesso Alberto Lanotte è autore del 2-2 con un tiro dalla laterale sinistra del rettangolo di gioco, ma quattro minuti dopo ancora Di Benedetto sigla la rete del nuovo sorpasso sfruttando al meglio un corner calciato da Francesco Uva. Il Nettuno cerca di difendere il vantaggio acquisito, affidandosi alle ripartenze. Ma, negli ultimi quattro minuti, succede di tutto: al 58° l’andriese Lopetuso va vicino alla rete del pareggio; mister Mastroviti si gioca il tutto per tutto con il quinto di movimento, ruolo affidato al trascinatore e capitano De Feo. Dopo un’avanzata di quest’ultimo Landriscina intercetta la sfera in difesa e tenta un tiro immediato che non inquadra lo specchio di porta, con il grande rammarico da parte dello stesso capitano biscegliese. Con un ipotetico  2-4 in questo momento staremmo, molto probabilmente, commentando un’altra gara. Vittoria che invece passa nelle mani del determinato roster andriese: pochi istanti dopo Domenico Napoletano sigla la rete del 3-3; un minuto dopo Di Benedetto cerca la rete del nuovo vantaggio, ma trova sulla propria strada un attento Fasciano e nel primo dei due minuti di recupero il bomber Magno portai suoi sul 4-3 con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner battuto da De Feo. Allora è mister Tritto a giocarsi la carta del 5° di movimento con Lamanuzzi, sperando di portare a casa almeno un punto: dopo un avanzata del numero 9 biscegliese, De Feo riceve la sfera e a porta sguarnita riesce a trovare la rete del 5-3 che sa tanto di amarezza per gli uomini del presidente Papagni.

Con questa sconfitta il Nettuno scende al quarto posto a quota 10 così come il Futsal Foggia (sconfitta a sorpresa tra le mura amiche nel derby con il San Severo), subendo l’aggancio dei cugini della Diaz (vittoriosi 7-4 sul Futsal Giovinazzo). Nel prossimo turno di sabato 7 dicembre, Gangai e compagni ospiteranno la capolista Aquile Molfetta.

Serie C2 girone A – 6a giornata:
Aquile Molfetta-Atletico Troia 5-2
Brasilea Barletta-Futsal San Ferdinando 6-2
Diaz Bisceglie-Futsal Giovinazzo 7-4
Futsal Andria-Nettuno Bisceglie 5-3
Futsal Foggia-Nuova Laurus San Severo 5-8
Garganus Monte Sant’Angelo-Città di Barletta 9-3

Classifica:
Aquile Molfetta 15; Futsal Andria, Garganus Monte Sant’Angelo 12; Nettuno Bisceglie, Diaz Bisceglie, Futsal Foggia 10; Brasilea Barletta, Futsal San Ferdinando 9; Nuova Laurus San Severo 7; Città di Barletta 6; Futsal Giovinazzo 4; Atletico Troia 1.

Nicola Colangelo

Chi è Nicola Colangelo

Redattore sportivo, ha iniziato la sua collaborazione con Bisceglie in diretta a partire da ottobre 2012. Attualmente è impegnato negli studi universitari con il corso di laurea in Scienze della comunicazione.




Sport // Scritto da Nicola Colangelo // 30 novembre 2013