Cala Pantano, ad un anno dal blitz è di nuovo ridotta a discarica

Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 12 luglio 2016

Cala Pantano, ad un anno dal blitz è di nuovo ridotta a discarica


pantano 3Ad un anno dal blitz voluto dal sindaco Francesco Spina, Cala Pantano torna discarica. Nella località di interesse naturalistico, continuano ad essere violate sia il divieto di abbandono dei rifiuti che quello di balneazione, da sempre attività di ordinaria amministrazione.

La bonifica della strada che conduce a Cala Pantano, per cui fu necessario l’intervento di Guardie Ambientali, Polizia Municipale, assessori e operai assunti dal Comune di Bisceglie, si è rivelata inutile.

Il sito ospita, come rivelano gli scatti di alcuni lettori, nuovamente materassi, lastre di eternit, televisori e inerti abbandonati da ignoti privi di senso civico e gusto per il bello.

Tornano così di attualità le parole pronunciate ad agosto 2015 dal primo cittadino, a seguito degli interventi di bonifica: «L’impressionante quantità di rifiuti abbandonata illecitamente su questa area – dichiarò il sindaco Spina – dimostra quanto sia ancora alto il numero di incivili che non ha nessuna remora a deturpare il nostro territorio. Oltre al danno ambientale coloro che continuano a attuare questi abbandoni di rifiuti vietati, procurano un grande danno economico alla nostra comunità visti gli alti costi necessari per bonificare queste aree che inevitabilmente ricadranno sui cittadini».

Serena Ferrara

Chi è Serena Ferrara

Giornalista pubblicista dal 2005, pianista nella sua prima vita, dirige "La Diretta nuova" (oggi mensile cartaceo "Bisceglie in Diretta") dal 2008 e www.bisceglieindiretta.it dalla sua nascita. Impegnata nel volontariato, cameraman, si occupa anche di comunicazione istituzionale e di grafica




Ambiente / Attualità // Scritto da Serena Ferrara // 12 luglio 2016