Buona Scuola, il 12 maggio boicottaggio delle prove Invalsi. Si sfiora anche il blocco degli scrutini

Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 6 maggio 2015

Buona Scuola, il 12 maggio boicottaggio delle prove Invalsi. Si sfiora anche il blocco degli scrutini


L’annuncio della presidente di Unione Studenti e dei sindacati degli insegnanti

Sul fronte di battaglia sono uniti e indivisibili per dire NO alla “Buona Scuola” di Renzi. Erano in ventimila nella mattinata del 5 maggio a Bari tra maestri, docenti di ogni grado di istruzione, personale della scuola, oltre a quattromila studenti che – dichiarano – dopo lo sciopero generale di ieri continueranno a lottare insieme.

IMG-20150505-WA0026L’annuncio arriva direttamente dal palco di piazza Prefettura. La presidente dell’ Unione degli studenti ha dichiarato che il 12 maggio i ragazzi boicotteranno le prove Invalsi e i segretari generali degli insegnanti, dal canto loro, incitano i docenti a utilizzare l’arma degli scrutini a giugno: sarò blocco generale.

La tensione nel mondo della scuola sale e Bisceglie prende parte attiva nella protesta (in foto alcuni dei maestri che ieri hanno partecipato al corteo nel capoluogo di Regione). Scuole svuotate nella nostra città nel giorno dello sciopero generale e si prevedono sollevamenti e disagi nel normale svolgimento della didattica anche nei prossimi giorni. Molti insegnanti biscegliesi fanno sapere che utilizzeranno ogni strumento possibile per contrastare la messa in atto della riforma.

I motivi della protesta

Formazione obbligatoria, mobilità dei docenti, nuove assunzioni, licenziamento senza preavviso, maggior potere decisionale dei dirigenti. Queste le maggiori novità della riforma. A detta degli insegnanti biscegliesi, non è una buona scuola, a dispetto dello slogan, quella delineata dal dll 2994 “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”, che in particolare – sottolineano gli insegnanti  – lasciano i docenti in balia dei dirigenti.

Grazia Pia Attolini

Chi è Grazia Pia Attolini

Giornalista pubblicista, laureata in Lettere moderne, sta completando gli studi universitari in Filologia Moderna. Attualmente è in Servizio Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento della Protezione Civile e si occupa di comunicazione, social media, stampa, diffusione della conoscenza. Redattrice di Bisceglie in Diretta dal 2010, ha ricoperto anche la carica di segretario di redazione. Ha collaborato con Radio Centro e si occupa della presentazione di eventi e incontri culturali. Responsabile della comunicazione dell'associazione Giovanni Paolo II, intervista personalità di spicco del Vaticano, del mondo dello spettacolo e della società civile. Attiva nel sociale e nel volontariato, è anche capo scout.




Attualità // Scritto da Grazia Pia Attolini // 6 maggio 2015