BORGOROSSO MOLFETTA-BELLAVITA 4-2 | I gialloblu lottano ma sono costretti ad arrendersi

Sport // Scritto da Graziana Ciccolella // 24 aprile 2016

BORGOROSSO MOLFETTA-BELLAVITA 4-2 | I gialloblu lottano ma sono costretti ad arrendersi

Finale di seconda categoria combattuta, decisa dalla maggiore lucidità della formazione di casa

Borgorosso Molfetta: Castagno, Manzoni, Marolla, Spadavecchia, Diniddio, La Forgia, Lopez, Grieco, Arsale, Murolo, Guadagno. Allenatore: Michele Patruno. A disposizione: De Ceglia, De Musso, Sciancalepore, Binetti, De Pinto, Piccinni, De Tullio.
Bellavitainpuglia.it: Sgroni, Altomonte, De Candia, Occhionorelli, Todisco, Martinelli, Terrone, Monopoli, Sciascia, Galasso, Di Pinto. Allenatore: Fabrizio Tridente. A disposizione: Di Gennaro, Del Rosso, Leuci, Monterisi, Dell’Olio, Favarò.
Arbitro: Caprioli di Bari.
Reti: 28° Lopez, 32° Lopez, 70° Di Pinto, 75° Binetti, 80° Monopoli, 95° Piccinni.
Note: spettatori: 400. Ammoniti: Occhionorelli, Martinelli, Marolla, Di Pinto, Murolo, Piccinni. Espulso: Favarò.

Tenacia e orgoglio non sono stati sufficienti al Bellavitainpuglia.it per vincere la finale playoff del girone B di Seconda categoria. Ha prevalso il Borgorosso Molfetta, che ha così conquistato la promozione in Prima Categoria. A ricevere applausi però, non sono stati solamente i biancorossi di casa; il team di Piero Dell’Olio e Gigi Di Tullio ha concluso a testa alta una splendida stagione, combattendo fino all’ultimo con i quotati avversari, dimostrando l’ostinata voglia di non arrendersi che ha sempre contaddistinto i gialloblu.

Primo tempo quasi tutto di marca molfettese. Al 13° la formazione allenata da Michele Patruno ci ha provato con Grieco: conclusione fuori. Cinque minuti più tardi Monopoli ha aggirato la difesa avversaria, ma il suo tiro è finito dritto nelle mani di Castagno. Molfetta in vantaggio al 28°: Lopez ha insaccato la palla in rete con un esterno a giro che ha sorpreso Sgroni. La compagine di casa, sulle ali dell’entusiasmo, non ha lasciato passare molto altro tempo prima di gonfiare di nuovo la rete. Uno scatenato Lopez, partendo dall’esterno, ha dribblato un difensore biscegliese e siglato con un preciso destro la doppietta personale. Tris Molfetta sfiorato al 35°: Arsale su calcio di punizione ha colpito la traversa.

Nella seconda frazione il Bellavita ha assunto un atteggiamento completamente diverso. Cuore e coraggio sono stati elementi fondamentali per la reazione degli ospiti, che non si sono mai persi d’animo malgrado il doppio svantaggio. Di Pinto con un tap-in su cross di Leuci ha accorciato le distanze riaprendo i giochi. Reazione Borgorosso: approfittando di un grossolano errore di interpretazione dei gialloblu, convinti che il gioco fosse fermo, Binetti ha sorpreso tutto il pacchetto difensivo del Bellavita con un gran tiro da fuori area. Favarò ha rimediato un cartellino rosso in seguito alle proteste sulla discutibile conduzione arbitrale.

I biscegliesi hanno ridotto lo scarto all’80°. Monopoli, su assist di Occhionorelli, ha infilato il portiere avversario. Ultimi minuti caratterizzati dal forcing di Martinelli e compagni, decisi a pareggiare. In pieno recupero cross di Binetti per Piccinni, che di testa ha siglato la meritata vittoria del Borgorosso Molfetta.

Graziana Ciccolella

Chi è Graziana Ciccolella

Studentessa. Appassionata di musica, libri e fotografia. Da grande, le piacerebbe diventare una giornalista.




Sport // Scritto da Graziana Ciccolella // 24 aprile 2016