Boccia: «Il parlamento affronti il tema della riduzione delle tasse»

Politica // Scritto da La Redazione // 29 luglio 2015

Boccia: «Il parlamento affronti il tema della riduzione delle tasse»


Il deputato biscegliese, presidente della Commissione bilancio della Camera, propone un’indagine conoscitiva per avviare un confronto con le altre forze politiche

«Nei prossimi giorni proporrò alle commissioni bilancio e finanze di Camera e Senato di avviare un’indagine conoscitiva, che si potrebbe concludere entro marzo 2016, prima del prossimo Def, sulla pressione fiscale in Italia. Abbiamo tutti il dovere, senza distinzioni politiche, di fissare un punto fermo sulle azioni da intraprendere per garantire la riduzione della pressione fiscale. Serve un programma serio, comune e condiviso, di riduzione delle imposte che può essere parlamentarizzato con l’obiettivo di istituire un unico fondo per la pressione fiscale, facendo così diventare vincolanti per la riduzione delle imposte i tagli apportati alla spesa pubblica». Lo afferma, in una nota, il presidente della Commissione bilancio della Camera dei deputati, Francesco Boccia.

«Abbassare le tasse per il nostro paese è una priorità, siamo tra gli stati europei con la pressione fiscale tra le più alte e la meno sopportabile, perché non coincide con i servizi che vengono erogati ai cittadini. È un tema che non può essere affrontato solo dal governo ma il parlamento deve farlo proprio, senza pregiudizi ma con cognizione di causa. Non possiamo solo dire a quanto ammonta la pressione fiscale ma dobbiamo avere anche il coraggio di valutare ogni cespite di entrata.

Non dimentichiamo che i contribuenti (cittadini e imprese) pagano le imposte per quello che detengono, per quello che guadagnano e per quello che consumano; questi tre macro cespiti di entrate compongono le entrate del bilancio dello Stato. Noi abbiamo il dovere di riscriverle, di adattarle ad una società che è completamente cambiata» conclude l’esponente del Partito Democratico.




Politica // Scritto da La Redazione // 29 luglio 2015