BOCCIA ATTACCA SPINA: «TESSERE? VEDREMO QUANTA GENTE AVRÀ IL CORAGGIO DI METTERCI LA FACCIA»

Politica // Scritto da La Redazione // 30 gennaio 2016

BOCCIA ATTACCA SPINA: «TESSERE? VEDREMO QUANTA GENTE AVRÀ IL CORAGGIO DI METTERCI LA FACCIA»

È guerra totale fra il parlamentare del Partito Democratico e il sindaco di Bisceglie

«Noi siamo all’opposizione in un comune amministrato in maniera pessima. Io sono stato il più suffragato all’interno del centrosinistra alle ultime amministrative e penso di poterlo rappresentare. Non potrà esserci, fino a quando ci sarò io un sindaco del Partito Democratico e un Partito Democratico all’opposizione». Lo ha affermato Francesco Boccia nel corso di un’intervista televisiva.

«Se chi ha detto a Spina che poteva iscriversi al Partito Democratico ci metterà la faccia ci confronteremo all’interno del Partito Democratico. Se è stata un’idea di Spina, invece, credo che l’unica strada vera che abbia sia chiedere scusa derubricando questa storia ad un infortunio politico» ha aggiunto il parlamentare biscegliese.

«Quando gente che non è mai stata di sinistra, mai stata riformista, costringa altri ad iscriversi penso che ciò allontani i cittadini dalla politica. Vedremo quanta gente avrà il coraggio di metterci la faccia entrando in sezione per ritirare la tessera» ha proseguito il presidente della Commissione bilancio della Camera.

Replicando a quanto affermato dal sindaco riguardo l’imminente procedura di vendita della Casa della Divina Provvidenza, l’esponente del PD ha dichiarato: «In un momento delicato come questo per la Cdp io interpreto le sue parole come turbativa d’asta, che è un reato penale». Netta la risposta sul presunto asse Boccia-Silvestris: «Credo che Spina abbia dei problemi di equilibrio psicologico. Silvestris è un avversario politico così come lo era Amoruso, che mi pare abbia raccolto le firme per sfiduciare Spina e ora invece sembra essere il suo primo sostenitore» ha commentato il deputato.

Quale, secondo Francesco Boccia, la chiave di volta per consentire a Spina l’ingresso nel PD? «Si dimetta dai suoi incarichi e si iscriva tra due anni si iscriva. Chi vuole aderire lo faccia liberamente recandosi al circolo e se vuole farlo online, lo faccia con la propria carta di credito, magari non utilizzando un computer del comune di Bisceglie perché penso che al comune si debba lavorare per i cittadini e non per fare tessere on line».




Politica // Scritto da La Redazione // 30 gennaio 2016