BLOG | L’illuminazione pubblica a costo fisso e a guadagno (per l’impresa) variabile

Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 7 ottobre 2016

BLOG | L’illuminazione pubblica a costo fisso e a guadagno (per l’impresa) variabile


Mario

La comunicazione istituzionale a Bisceglie, si sa, produce effetti stupefacenti sulla realtà. Di esempi ce ne sono stati tanti nel corso degli ultimi anni e vette di realtà alterata da effetto stupefacente via comunicato stampa, sono state toccate con l’ultima vicenda della scuola “Don Pino Puglisi” dove alla mancanza di numerose suppellettili reclamata dai genitori degli alunni, il Sindaco risponde che invece è tutto a posto e che le mancanze sono solo illazioni della stampa cattiva e di alcune mamme che vogliono fare opposizione politica preconcetta. Delirio contro realta, o faccia tosta contro legittima preoccupazione. Sì, siamo ormai a questo punto.

In perfetta linea con questa pratica mistificatoria è il comunicato che annuncia l’installazione del sistema led sulla illuminazione pubblica. Il led, si legge nel relativo comunicato stupefacente, “realizzerà un significativo risparmio energetico”. In più, la sostituzione con questi nuovi impianti, è stata fatta “senza appesantire di nuovi costi le casse comunali”.
Tocca alla stampa cattiva togliere quella polvere da certi comunicati e riportare le cose alla realtà.

La gestione e la manutenzione della illuminazione pubblica a Bisceglie è stata affidata nel dicembre 2007 con un appalto di 25 anni alla ditta Alfano spa per un importo di 610.000 euro all’anno.
In questo importo c’è tutto: un capitolato d’appalto che prevede appunto la manutenzione, la sostituzione, l’ammodernamento dei punti luce della città. E la bolletta del Comune è pagata con quei soldi. Per 25 anni.
Il risparmio energetico è un’ottima cosa per l’ambiente e per la razionalizzazione delle risorse.

Il risparmio sulla bolletta invece se lo papperà tutta la Alfano, guadagnando margini superiori su quei 610000 euro annui (più vari adeguamenti istat) che hanno vincolato il Comune a spendere la stessa somma e a non approfittare del risparmio derivato da nuovi sistemi di illuminazione, fino al 2032.
Neanche i comunicati stupefacenti possono coprire questa assurdità.

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 7 ottobre 2016