BLOG | La solitudine della Camassa

Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 31 ottobre 2016

BLOG | La solitudine della Camassa


Mario

Forse non sarà giuridicamente preciso, ma il rapporto tra il Comune e la Camassa Ambiente che gestisce il servizio di igiene urbana a Bisceglie, può configurarsi come un contratto di “global service”. Una spiegazione di cosa sia il sistema del global service l’ho trovata in rete su uno studio di esperti legali. Eccola: «Tramite tale modello contrattuale, la pubblica amministrazione esternalizza alcuni propri compiti istituzionali, demandandone lo svolgimento ad un unico soggetto terzo (singolo o raggruppato): in tal modo, “ribaltando” sul medesimo il relativo onere di efficienza nell’esecuzione delle prestazioni».

Se ci soffermiamo sull’ultima frase della parte sopra virgolettata, intuiamo come in sostanza si stia dicendo che nella fattispecie della gestione del servizio di igiene urbana a Bisceglie, le rogne se le sta accollando tutte l’azienda appaltatrice.

Una rogna -o forse anche peggio- è quella di ritrovarsi con un camion della spazzatura derubato, come successo alcuni giorni fa. Una rogna -sicuramente anche peggio- è quella di ritrovarsi con nove mezzi incendiati come accaduto alcuni mesi fa a Rosarno, un comune della Calabria dove la Camassa è anche lì affidataria del servizio di igiene urbana.

Per un appalto di quasi sette milioni di euro all’anno, la Camassa a Bisceglie può sopportare anche qualche incidente di percorso. Quello che non si capisce è fino a che punto i biscegliesi debbano sopportare una spesa notevolmente aumentata e per gran parte proporzionata all’aumento del personale, a fronte di un servizio che rimane sostanzialmente invariato, con alcune buone pratiche consolidate e le tante criticità non ancora risolte.

Tra queste criticità c’è quella della raccolta differenziata che non decolla nonostante le iniziative specifiche in alcuni quartieri. Il grafico dell’osservatorio rifiuti della Regione Puglia che pubblichiamo in questa pagina, è abbastanza eloquente.differenziatabisceglie

La Camassa allora non sta facendo bene il suo lavoro? No e nessuno può sostenere il contrario. È certo però che l’azienda si ritrova da sola a cercare di far prevalere l’interesse collettivo per una città più pulita e virtuosa sotto l’aspetto della raccolta dei rifiuti, contro gli interessi particolari a cui spesso vengono piegati i servizi forniti dai Comuni. Se no, furti e incendi come altro si possono spiegare?

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 31 ottobre 2016