BLOG | La città normalizzata

Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 15 ottobre 2016

BLOG | La città normalizzata


Mario

In questa città si finisce per convivere con situazioni di cui periodicamente ci si lamenta ma che in fondo vengono generalmente accettate.

Quando ascolto le lamentele del tipo: “nessuno protesta, nessuno denuncia, nessuno fa niente”, io rispondo di avere da tempo l’impressione che Bisceglie sia stata in qualche modo “normalizzata”. Per normalizzazione intendo quella fase dei regimi dittatoriali dove ogni nefandezza viene accettata, viene fatta passare per “normale” appunto. Il dizionario lo dice meglio di me, normalizzazione è “riduzione a una disciplina che sia espressione di generale convenienza”.

Tutto normale nell’amministrazione pubblica se aumentano esponenzialmente i debiti fuori bilancio o si ricorre sempre più spesso alle assunzioni temporanee di candidati nelle liste a sostegno del Sindaco tramite agenzia interinale. Tutto normale nell’economia cittadina se si continuano ad alzare edifici di 4-5 piani su poche centinaia dimetri quadri liberi; in fondo, sempre a proposito di economia cittadina, erano considerati normali anche i 400 assunti alla Casa Divina Provvidenza con la qualifica di giardiniere. Tutto normale per il senso civico comune buttare carte per strada, parcheggiare l’auto in doppia e tripla fila.

Tutta questa elucubrazione concettuale è emersa guardando il rattoppo delle buche stradali avvenuto giorni fa a pochi passi da casa mia. Tramite la provincia Bat, Bisceglie ha aderito alla stazione unica appaltante per la “sistemazione e rifacimento dei piani viabili di strade urbane in particolare stato di degrado”. Una spesa prevista di 450.000 euro per un appalto aggiudicato nel mese di giugno alla ditta Agostino De Lucia di Andria. Un provvedimento annunciato anche da un comunicato stampa prima dell’estate.

Guardando la foto in questa pagina, è facile immaginare che la ditta De Lucia non abbia ancora cominciato il lavoro e che quella manciata di asfalto spalmata su quelle buche sia una sistemazione temporanea. Avete presente? Sono le classiche buche stradali che vengono ricoperte di asfalto e che poi dopo un po’ di pioggia ritornano ad essere buche.

Ma anche questo è tutto normale, anzi no, normalizzato.

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 15 ottobre 2016