BLOG | Insospettabili fascisti e piccoli fatterelli di periferia

Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 28 dicembre 2016

BLOG | Insospettabili fascisti e piccoli fatterelli di periferia


Blog Vito

La gestione di un qualsiasi potere è senz’altro esercizio complicato e necessita, in diretta proporzionalità alla rilevanza del compito e del ruolo, di fattori psicologici fondamentali quali la serenità, l’equilibrio e la lucidità. Ne siamo perfettamente consapevoli tutte le volte che, nell’arco della giornata, dobbiamo misurarci con la responsabilità di informare correttamente migliaia (e spesso decine di migliaia) di lettori.

Il post pubblicato su facebook da un profilo del sindaco Spina

Il post pubblicato su facebook da un profilo del sindaco Spina

Non riusciamo a comprendere, sinceramente, cosa possa indurre il rappresentante legale di una città di oltre 50 mila abitanti a scrivere sul proprio profilo facebook (a meno che un hacker non se ne fosse temporaneamente impadronito: non sarebbe la prima volta), a proposito di un articolo giornalistico: «Speriamo che non siano i primi passi di una propaganda che ricorda quella dei regimi fascisti».

L’infelice uscita è di Francesco Spina, che al più tardi nel mese di giugno 2018 non sarà più il sindaco di Bisceglie. Mi intristisce, anche se c’entra poco, aver scoperto che secondo alcuni amministratori di questa città la “bufala” non sarebbe l’animale ma il formaggio…

Mi sono guardato intorno con una certa apprensione e diffidenza alla lettura di quel post ma posso rassicurare l’amico Francesco Spina: all’interno della redazione di Bisceglie in diretta (che egli non ha mai visitato) non ho trovato dell’olio di ricino e neppure camicie nere. L’aspetto più ridicolo della vicenda è il motivo stesso che avrebbe spinto il primo cittadino a tirarci per la giacchetta, naturalmente senza citare la nostra testata come nella tradizione delle partenze alla francese e ritirate alla spagnola: una frase del blog “Il parco liberato con la benedizione di chi lo teneva chiuso” nella quale sono fugacemente richiamati gli effetti dei carteggi fra gli uffici comunali e la cooperativa “Il coraggio di vivere”, che ha gestito (tenendolo aperto) il parco di via La Notte nel quartiere Sant’Andrea.

La sostanza del pezzo è l’indignazione di un uomo, di un cittadino, di un padre nel constatare che una risorsa pubblica sia rimasta inaccessibile per troppi mesi. Mi sembra per certi versi teneramente comprensibile il tentativo del sindaco di spostare l’attenzione su chi e quando avrebbe rinunciato o sarebbe stato deposto dalla gestione del parco. Quelle sono questioni di cui non può fregare nulla a coloro che costituiscono la vera parte lesa di questo piccolo fatterello di periferia: i bambini.

Ecco, caro Francesco Spina: nel tuo vorticoso cercare di capire da che parte trovare Bisceglie in diretta (siamo una testata giornalistica, non un partito!) fermati un secondo e osserva: quei bambini siamo tutti noi cittadini. Compreso te, che non sei stato capace di evitare la chiusura di quel parco.

Mario Lamanuzzi fascista? Al solo pensiero me la faccio sotto: dalle risate! Ci mancava pure questa. Buonanotte.

Vito Troilo

Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta. Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l'Europa orientale. Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all'età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.




Attualità / BLOG / BUONANOTTE // Scritto da Vito Troilo // 28 dicembre 2016