BLOG | Il semplice compito della procura per stabilire chi pressa chi

Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 2 marzo 2017

BLOG | Il semplice compito della procura per stabilire chi pressa chi


Mario

Se dentro una storia ci mettiamo il concetto di “pressione”, bisognerebbe stabilire il soggetto che la esercita e quello che la subisce.
Nella vicenda dell’appalto per l’igiene urbana a Bisceglie, dopo che Spina ha cambiato versione davanti al magistrato circa le sue dichiarazioni alla stampa a proposito di pressioni ricevute da “clan”, dovremmo stabilire se queste pressioni esistono oppure no.
Allora, sulle pressioni dei clan Spina avrebbe detto una cazzata ed è lo stesso Spina sostanzialmente ad ammetterlo l’altro giorno in Procura, perché altrimenti avrebbe dovuto dare delle spiegazioni. Il sospetto di pressioni da parte di gruppi o interessi criminali mediante il servizio di igiene urbana rimane però in piedi per effetto dell’interdittiva antimafia nei confronti della Camassa, a seguito di circostanze rilevate in alcuni Comuni tra cui Bisceglie.
Il compito della Procura a questo punto è stabilire chi pressa chi. Però non bisogna essere magistrati per capire che difficilmente un’impresa appaltatrice di un servizio (in questo caso la Camassa, ma può essere un’altra qualsiasi), faccia pressioni per assumere -giusto per fare un esempio- il fratello di un consigliere comunale, un consigliere comunale, un manipolo di soggetti con precedenti penali, per di più tutti del posto. Cioè, facciamola semplice: è stata la Camassa a dire al Sindaco assumimi questi? O è stato il contrario? O sono stati scelti mediante rigorosa valutazione dei curricula pervenuti? Vabbè quest’ultima sembra un’ipotesi fuori dalla realtà, ma è giusto contemplarla.
E visto che ci siamo e il tema è purtroppo di attualità, è la Camassa che prende in massa molti suoi dipendenti e li fa iscrivere al Partito Democratico per tentare la scalata al vertice della segreteria cittadina o lo fa uno che fa leva su attività del Comune per favorire interessi politici personali?
Questa è una fase della vita pubblica cittadina in cui le riflessioni si fermano a tante domande. Tutte ancora senza risposta. Tipo la domanda al sindaco sull’appalto 25ennale per l’illuminazione pubblica, posta in un articolo del blog qualche giorno fa. La riproponiamo: nel leccese sono state condannate delle persone per lo stesso appalto alla stessa ditta e durante le indagini sono stati intercettati dialoghi in cui si diceva di “fare come a Bisceglie”; allora Spina, questi signori condannati li ha incontrati o conosciuti prima dell’aggiudicazione dell’appalto a Bisceglie, sì o no?

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 2 marzo 2017