BLOG | Il momento dell’unione per cancellare quella differenza nelle opere pubbliche

Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 13 luglio 2016

BLOG | Il momento dell’unione per cancellare quella differenza nelle opere pubbliche


LA DIRETTA DAI LUOGHI DELLA SCIAGURA E DAGLI OSPEDALI DEL TERRITORIO
La testimonianza di Valentina Achille, sopravvissuta alla sciagura
Il più grave incidente ferroviario di sempre sul territorio pugliese
Dove donare per le vittime della tragedia: ecco tutti i centri trasfusionali attivi
Il racconto del primo soccorritore giunto sul posto
Le ricerche per tutta la giornata di martedì
Annullata la tappa biscegliese di “Battiti Live”
Blog | Il momento dell’unione per cancellare quella differenza nelle opere pubbliche
Foto | Disastro ferroviario, le testimonianze dei soccorritori biscegliesi


Mario

Ho viaggiato spesso su quella linea ferroviaria per raggiungere i corrispondenti delle varie città del Livenetwork, e sono sempre stato ultrasoddisfatto del servizio. Treni comodi e nuovissimi, estrema puntualità nelle partenze e negli arrivi, molto personale dipendente a disposizione, linea frequentata da numerosi utenti per recarsi a Bari e all’aeroporto di Palese (unica linea ferroviaria a servirlo).
Nel Livenetwork, tra i due portali di informazione online di Corato e Ruvo, si pubblicavano periodicamente notizie riguardanti un’opera tanto attesa: il raddoppio della linea ferroviaria Bari-Nord proprio nel tratto che collegava le due città. Quella del doppio binario sulle Ferrovie Nord Barese era un’opera che si andava completando nei decenni. Da Bari si è proceduto verso nord e tra Ruvo e Corato. Dopo tanti anni di attese, finanziamenti ricevuti, gare d’appalto che tardavano ad essere espletate, immancabili promesse elettorali disattese, si sta finalmente consegnando il secondo binario, che si interrompe appunto dopo Corato e verso Andria, proprio nel tratto dove è avvenuto ieri lo scontro tra i due treni.
Parlando della tragedia con amici, persino tra i biscegliesi che non conoscono bene quella realtà dell’entroterra, non sembrava possibile che ci fosse ancora un solo binario fino all’estremo nord barese.

Ci sono ancora volti bagnati dalle lacrime, stordimento dei pensieri, dolore nel cuore, per poter riflettere su una carenza infrastrutturale che riguarda città del nostro territorio. Una differenza tra Bisceglie e alcune di quelle vicine che notavo ormai da anni, naturalmente con mente più fredda e serena. Notavo che il tratto della provinciale tra Bisceglie e Corato-Ruvo non ancora allargato e messo in relativa sicurezza fosse proprio quello ricadente nelle città limitrofe. Notavo che solo Bisceglie aveva eliminato i passaggi a livello già quindici anni fa, notavo la fatiscenza degli impianti sportivi nelle altre città quando si facevano le trasferte a seguito delle squadre biscegliesi, notavo una manutenzione stradale in linea generale peggiore della nostra, notavo collegamenti viari problematici, notavo teatri chiusi per decenni, notavo queste differenze insomma.

Una seria riflessione andrà fatta su un territorio che evidentemente, almeno sul piano infrastrutturale, oggettivamente non cresce in modo omogeneo. Ci doveva pensare l’Area Vasta del nord barese, un organismo che avrebbe dovuto pianificare e realizzare opere la cui utilità non fosse circoscritta ad una sola città. Al momento però da’ solo l’idea dell’ennesimo carrozzone improduttivo.

Che cosa rende Bisceglie più avanti dei comuni vicini sotto il profilo delle opere pubbliche e delle infrastrutture, potremmo forse capirlo anche analizzando la statura delle classi politiche che hanno governato nelle diverse città. A volte sembriamo un sud diverso qui a Bisceglie, che combina buona volontà e qualche risultato ottenuto. Ma non può e non deve essere una gara di campanili. Si cresce tutti insieme, più uniti si è più forti.
Per ora uniamoci solo nel dolore e nella commozione per questa inconcepibile tragedia. Ma dovremmo riprendere a camminare. Più veloci, più sicuri, più uniti.

Mario Lamanuzzi

Chi è Mario Lamanuzzi

Da oltre 25 anni si occupa di giornalismo locale. Cofondatore de "La Diretta", nel 1999 ha fondato “Bisceglie quindici giorni”, dirigendolo fino al 2003. Ha diretto, in passato, anche i portali Bisceglielive e Molfettalive.




Attualità / BLOG / U maere stè a Vescegghie? // Scritto da Mario Lamanuzzi // 13 luglio 2016